Tutti i vincitori degli EMA 2013, tra spinelli e fantascienza

La cerimonia di premiazione finale degli EMA si è tenuta all’arena Ziggo Dome di Amsterdam.

Si è conclusa la ventesima edizione degli MTV European Music Award 2013, presso l’arena Ziggo Dome di Amsterdam. Tra sceneggiature sfavillanti che richiamavano gli “Incontri ravvicinati del Terzo Tipo”, niente di meglio di Miley Cyrus ad aprire le danze. La sua performance è stata tranquilla e rientrava nelle aspettative del pubblico (immagino che sia nota a tutti la ormai famigerata esibizione della Cyrus agli scorsi VMA), e forse questo le ha lasciato un amaro in bocca tale da spingerla ad accendersi uno spinello sul palco, dopo aver ricevuto il premio per il Miglior Video con Wrecking Ball, firmato Terry Richardson.

Il presentatore della serata è stato Redfoo, ossia il tipo con i capelli ricci e sparati del duo LMFAO, che ha assegnato il primo premio della serata, per la Miglior Canzone, a Bruno Mars e la sua Locked Out of Heaven. Se credete di non averla mai sentita, vi sbagliate. Ormai la passano in ogni pubblicità.

Il Best Female e il Best Male sono andati rispettivamente a Katy Perry e Justin Bieber, che ora sarà di

Katy Perry, con il suo look, ha seguito l’atmosfera fantascientifica della serata.

nuovo contento dopo aver fatto i capricci per essere stato snobbato in alcune premiazioni precedenti.

Il premio Best Pop è andato agli One Direction, battendo Justin Bieber, Katy Perry, Miley Cyrus e Taylor Swift.

Il Miglior Live è stato quello di Beyoncé, la regina indiscussa della scena. Volerà a Cuba con il suo jet privato nonostante l’embargo, ma quando si tratta di fare spettacolo non ce n’è per nessuno.

Il Worldwide Act è andato al cinese Chris Lee, che ha battuto Marco Mengoni, in rappresentanza per l’Italia. Pare però che ci sia stata qualche polemica a riguardo, considerando che tutti coloro che erano in lizza per questo premio, potevano contare su una schiera di fan più numerosa rispetto a quella di Lee.

Il Best Rock è andato ai Green Day, che hanno surclassato anche i Black Sabbath.
Avicii ha vinto per il Best Electronic, mentre il Best Hip Hop è stato quello di Eminem, ritornato all’acconciatura platinata e ad un rap più “cattivo”.

Eminem vince per il Miglior Hip Hop, ritornando al suo look originale.

L’importantissimo premio Best Look è andato ad Harry Styles, degli One Direction. Forse il suo cognome ha convito il pubblico.
Infine il premio Best World Stage e il Biggest Fan sono andati ai Linkin Park e ai redivivi Tokio Hotel.
A bocca asciutta sono rimasti invece i poveri Thirty Seconds to Mars, Macklemore & Ryan Lewis, dati inizialmente tra i favoriti, e l’ormai noiosa Lady Gaga.

Commenti Facebook

About the Author:

Marta Zannoner
Prima o poi la troverò una frase accattivante da scrivere. Forse.