4 bandi per dare una scossa alla vostra routine

Anche se è dura dirlo aprile è ormai terminato, e con esso se ne sono andati un discreto numero di giorni che ci dividevano non solo dall’estate ma anche dalla prossima sessione di esami (per coloro che non hanno esami durante tutto l’arco dell’anno). Se siete stanchi di restare con il naso immerso nei libri, e la bella stagione vi ha portato la voglia di nuove esperienze dovreste guardare questi bandi.

1. Comunità che innovano

Lo sapevate che Trieste è una delle poche città rientranti nel progetto nazionale Comunità che innovano? Lo scopo del progetto è il coinvolgimento e la formazione dei giovani sulle nuove forme di intervento contro la povertà e lo sviluppo dei territori, fornendo gli strumenti necessari per diventare parte attiva del mutamento sociale. Il progetto dura  2 anni  e prevede: 4 visite studio in Italia, di 3 giorni ciascuna, dal venerdì alla domenica; 3 visite studio in paesi europei, di 3 giorni ciascuna, dal venerdì alla domenica; momenti di formazione proposti durante le visite studio, sui temi dell’economia civile, l’analisi dei bisogni dei territori, l’attivazione delle comunità locali; stage in progetti sociali esistenti nel territorio di appartenenza; laboratori di arte-sociale a livello provinciale/regionale. Inoltre tutti i costi sono a carico del progetto, incluse le visite studio. Per candidarvi avete tempo fino al 10 maggio. Maggiori informazioni nel sito ufficiale.

2. Canon foundation – direzione Giappone

La fondazione europea della Canon mette a disposizione anche quest’anno 15 borse di ricerca post-laurea per studenti e ricercatori, con lo scopo di promuovere la crescita della ricerca scientifica applicata e rinforzare gli scambi tra Europa e Giappone. Le borse destinate agli studenti europei prevedono una permanenza in Giappone minima di 3 mesi, fino ad arrivare al massimo di 1 anno. Gli ambiti di ricerca sono liberi e ai borsisti viene data anche la possibilità di indicare l’istituto di accoglienza in Giappone. Viene prevista anche una retribuzione a forfait, a copertura delle spese di ricerca, che varia fra 22.550 e 27.500 Euro. Per candidarsi è necessario presentare il proprio Curriculum Vitae, il piano di ricerca, almeno due referenze accademiche e titoli di eventuali pubblicazioni. Per maggiori dettagli vi rimandiamo al sito della fondazione.

top_photo2

3. Campi di volontariato

I campi di volontariato danno senza alcun dubbio la possibilità di conoscere culture e Paesi diversi dal proprio. Oggi vi segnaliamo un progetto in particolare, per recarsi a Dharamshala, una piccola ma famosa città capoluogo del distretto di Kangra, in India, nota soprattutto per essere l’attuale sede del governo tibetano in esilio. I volontari che aderiranno al progetto verranno in contatto proprio con la cultura tibetana collaborando nelle scuole locali e creando opportunità di insegnamento sia verso i bambini, sia verso gli insegnanti. Per maggiori dettagli e le candidature cliccate qui.

4. Premio Giuseppe Sperduti

Visto il successo ottenuto dal team di Trieste al Willem C. Vis International Commercial Arbitration Moot ci sembra doveroso segnalare anche questa iniziativa. Si tratta di una gara di simulazione processuale su un caso pratico relativo all’applicazione della Convenzione europea per la salvaguardia dei diritti umani e delle libertà fondamentali, organizzata dal Comitato per i Diritti Umani della Società Italiana per l’Organizzazione Internazionale – SIOI. Il premio è aperto a tutte le Università italiane in cui si insegnano discipline giuridiche e potranno partecipare al concorso squadre di tre studenti iscritti ad un corso di laurea da almeno un anno. Per scoprire il tema e le modalità di iscrizione all’edizione 2016 vi rimandiamo al bando ufficiale.

Commenti Facebook
By | 2016-05-02T23:50:28+00:00 03/05/2016|Categories: Giovani e società, Magazine|Tags: , , , |0 Comments

About the Author:

Chiara Zanchetta
In testa un uragano di idee, in tasca due lauree in Comunicazione. Nella vita? Chi lo sa