On Air

Current track
Title
Artist

Current show

Current show


I Pinkover a San Giusto con “The Wall”

Written by on 7 agosto 2018

La sera del 5 agosto il Castello di San Giusto ha ospitato il quarto e ultimo evento del 2018 organizzato dall’Associazione Musica Libera, in collaborazione con il Comune di Trieste e la Fondazione CR-Trieste, nell’ambito della quindicesima edizione del Trieste Summer Rock Festival.
A concludere la rassegna dedicata al rock ‘n roll è stato lo spettacolo dei Pinkover, tribute band triestina dei leggendari Pink Floyd, che hanno proposto al vasto pubblico di San Giusto la versione integrale del concept album “The Wall”, pietra miliare della discografia della band britannica.
Alle 21.15 circa è iniziato il viaggio con cui i Pinkover hanno illustrato la tormentata vita di Pink, protagonista dell’opera rock pinkfloydiana. Un viaggio mentale, durante il quale il personaggio ripercorre le tappe principali della sua vita, dall’infanzia al presente, arrivando ai limiti della follia.
Ad accompagnare la band capitanata da Federico Mreule sono state proiezioni, giochi di luce e l’elemento scenografico del muro, fil rouge di tutto l’album, che rappresenta l’isolamento e il disagio affrontati dal protagonista.
Convincenti ed emozionanti le esibizioni, accolte con calore e partecipazione dal pubblico, che si è animato in particolar modo, com’era prevedibile, per due dei più famosi brani del gruppo britannico, ovvero Another Brick in the Wall e Comfortably Numb.

 

A brillare però di una luce particolare è stato il brano The Trial, dove un eccezionale Mreule ha saputo coniugare le sue elevate doti canore a una spiccata teatralità, donando una profondità speciale al difficile brano in cui si vede il protagonista inscenare un vero e proprio processo giudiziario nella sua mente, che termina con l’abbattimento del famoso muro.
Dopo Outside the wall, brano che conclude il concept album, è giunto il momento dei saluti e della presentazione della band, composta da Federico Mreule (voce e chitarra), Michele Zabucchi (chitarra e voce), Francesco Cainero (basso e voce), Alessandro Conte (batteria), Adriano Chinelli (tastiere), Dario Degrassi (tastiere), Alexia Pillepich (voce e cori), Elena Vinci (voce e cori) ed Elisa Ritossa (voce e cori).

Dopo aver seguito pedissequamente l’ordine delle canzoni del doppio concept album “The Wall”, nonostante lo spettacolo fosse ufficialmente finito la band ha deciso di regalare un’ultima perla al pubblico entusiasta proponendo un altro dei pezzi più famosi dei Pink Floyd, Time, concludendo così definitivamente lo spettacolo con l’ultima frase della canzone: The time is gone, the song is over, thought I’d something more to say. Con questa meravigliosa riflessione sull’inesorabile scorrere del tempo, i Pinkover hanno salutato San Giusto, ponendo fine a una memorabile serata all’insegna della Musica con la M maiuscola.

Commenti Facebook