A Maremetraggio i primi vincitori

Giacomo Di Biasio e Susanna Starna sono i vincitori della borsa di tutoraggio al miglior soggetto del Terzo Premio Internazionale per la Sceneggiatura Mattador. Annunciati all’interno dell’evento “Maremetraggio”, i due giovani sceneggiatori si sono aggiudicati il premio grazie al modo originale ed innovativo, tramite cui hanno trattato l’argomento del mondo giovanile della società attuale.
Giacomo Di Biasio, con “Sociopatik”, racconta di un ragazzo adolescente che ha appena concluso la sua prima opera a fumetti. Susanna Starna, invece, nel suo “Il Principe dei Fiori” ci porta la storia della giovane Elena e della sua relazione con il cantante degli Almost Death.

La giuria che ha premiato le opere era composta da Stefano Basso, produttore della Fandango, lo sceneggiatore Giorgio Fabbri, il fondatore del Consorzio Officine Artistiche Daniele Orazi, Annamaria Percavassi, direttrice artistica Trieste Film Festival, e da Maria Stella Malafronte dell’Associazione Culturale Mattador. Coloro che sono intervenuti durante la presentazione hanno sottolineato l’importanza di un concorso come quello di Mattador, trovandosi tutti d’accordo nel descrivere il ruolo chiave che il cinema ha nella società e nella cultura.

Ricordiamo che il premio è diviso in tre categorie: premio Mattador alla migliore sceneggiatura, con 5.000 euro in palio; premio Mattador per il miglior soggetto, dove al vincitore vengono destinati 1.500 euro e ai migliori finalisti una borsa di tutoraggio; premio CORTO86 alla miglior sceneggiatura per cortometraggio che verrà poi prodotto.

Gli altri vincitori saranno decretati martedì 17 luglio a Venezia al Teatro La Fenice.

All’evento erano presenti anche Loredana Rigato, responsabile Relazioni Esterne di Fabrica Centro di Ricerca sulla Comunicazione di Benetton Group, Giulio Kyrchmayr, responsabile del progetto CORTO86, Enrico Conte, direttore dell’Area Educazione, Università, Ricerca del Comune di Trieste, il direttore artistico del Festival di Maremetraggio Chiara Omero e Piero Caenazzo, presidente dell’Associazione MATTADOR.
A seguire, alle 21.30 in piazza Verdi, è avvenuta la proiezione del corto “Dirty Tony”, basato sulla sceneggiatura della vincitrice della prima edizione del concorso MATTADOR, Daniela Ciavarelli.

Commenti Facebook
By | 2012-07-06T08:41:47+00:00 06/07/2012|Categories: Cinema, Cultura e spettacoli|Tags: , , , |0 Comments

About the Author:

Marta Zannoner
Prima o poi la troverò una frase accattivante da scrivere. Forse.