On Air

Current track

Title

Artist

Current show

Current show


Accabadora coinvolge la Sala Bartoli

Written by on 20 Febbraio 2019

Martedì 19 febbraio, ha debuttato in Sala Bartoli, per la Stagione Altri percorsiAccabadora, tratto dall’omonimo romanzo di Michela Murgia, vincitrice del Premio Campiello nel 2010.

Accabadora

Accabadora

Al centro dell’opera c’è un confronto silenzioso tra Maria e Tzia Bonaria, che ha accolto e cresciuto Maria come una figlia. Bonaria Urrai è la più brava sarta del paese che, all’occorrenza, diventa un’accabadora: aiuta a morire chi è in fin di vita. Maria ha sempre vissuto felice accanto alla donna, ignorando il profilo segreto di quella che ormai considera una madre, fino a quando non lo scopre e scappa a Torino.

Un ictus di Tzia Bonaria costringe Maria a tornare in Sardegna ed è qui che comincia lo spettacolo. Fin dall’inizio c’è tensione nell’aria: vengono raccontati episodi dell’infanzia e dell’adolescenza di Maria, ma si sente che c’è qualcosa di rimasto in sospeso tra le due donne, qualcosa di segreto di cui nessuno delle due vuole parlare. Finché la tensione esplode.

La morte non arriva per la protezione o per la colpa.

Il testo è stato rielaborato da Carlotta Corradi che ha trasportato sul palcoscenico il romanzo della Murgia in forma di dialogo solitario, la regia è di Veronica Cruciani -già conosciuta al Teatro Stabile per la produzione Das Kaffeehaus di Fassbinder- , e Anna Della Rosa ha emozionato la Sala Bartoli con un’interpretazione perfetta.

Accabadora sarà in scena al Rossetti fino a domenica 24 febbraio.

 

Commenti Facebook