Acegas stellare al Palachiarbola

Travolgente, spettacolare: questa è l’Acegas vista ieri sera dai suoi tifosi al Parachiarbola. Acegas che sottomette Trento e si porta in testa alla classifica. Un 91 a 60 che sottolinea la differenza tra le due squadre e che dimostra come Trieste, con la formazione tornata al top, visti i ritorni di Carra, Zaccariello e Ferraro, possa fare male e condurre a pieni voti il suo girone.
Il match vede lo sprint degli ospiti che tentano di condurre le redini del gioco con una differenza prima di più 4 (7-11) e poi di più 5 (11-16). Il pubblico incalza i padroni di casa e Moruzzi chiude nel pareggio il primo quarto con una bomba (18-18).
Secondo tempo, tutta un’altra storia. Coach Dalmasson decide di affincare Ferraro a Maganza e l’incontro prende una nuova piega con l’Acegas che raggiunge un vantaggio di più 26 punti sul 47-21 con Trento incapace di reagire e Trieste che continua a travolgerla. Gli ospiti provano a chiamare un timeout per riprendersi ma invano perchè il quarto si chiude con il vantaggio triestino di 25 punti (49-24).
Dopo i dieci minuti di stop negli spogliatoi, la terza frazione si apre con una nuova bomba di Zaccariello che scuote una reazione di Trento che trova 7 punti di fila, ma Trieste non si fa attendere e reagisce con Maganza e Gandini ed è 61 a 35 per i nostri. Tuto il tempo procede con lo stesso passo e l’Acegas continua a mantenere il vantaggio (65-41).
Nell’ultimo quarto Trento sembra trovare una reazione con un parziale di 2-10 a loro favore ma Trieste non vuole cedere e recupera lo sprint dei primi tempi, 24-9 e la partita è chiusa, nessuna reazione ospite, ed è 91-60.
“Oggi Trieste ha dimostrato di essere più fresca nella testa e nelle gambe – ha commentato coach Dalmasson a fine incontro – Trento era reduce da due incontri terminati ai supplementari e non ha avuto l’energia necessaria per giocare una partita di questo livello, e noi siamo stati bravi ad approfittare di questa situazione”.

Perla Del Sole

Commenti Facebook
By | 2017-05-21T12:39:02+00:00 08/03/2012|Categories: Sport|Tags: , , |0 Comments

About the Author:

Perla Del Sole
Ventisette anni, laureata in Scienze della Comunicazione, frequento un Master in Lingua, Letteratura e Arte a Lugano. Giornalista pubblicista vivo per i tuffi, il basket e tutte le emozioni che il mondo dello sport è in grado di regalarci.