Addio a Lucio Dalla

Colpito da un infarto a tre giorni dal suo compleanno, è scomparso così questa mattina il cantautore Lucio Dalla, pilastro della musica italiana. Si trovava in Svizzera a Montreux, dove ieri sera ha portato a termine regolarmente il suo concerto. Bolognese doc, Dalla iniziò la sua carriera come jazzista, ma la sua musica attraversò diverse fasi: dalla stagione beat alla sperimentazione ritmica e musicale, fino alla canzone d’autore, che lo vide interpretare pezzi immortali come Canzone, Caruso, Anna e Marco, e L’anno che verrà. Indimenticabile rimarrà Attenti al lupo, con il quale scalò le classifiche negli anni ’90. Tantissime le collaborazioni, da Morandi a Carmen Consoli, senza dimenticare De Gregori, con il quale a trent’anni da Banana Republic, è tornato di recente in tour con Work in progress, riscuotendo un successo inaudito. Per la sua musica nel 2003 è stato insignito del titolo di Grande Ufficiale Ordine al Merito della Repubblica italiana dal presidente Ciampi. L’ultima apparizione di Dalla è stata due settimane fa al Festival di Sanremo, dove accompagnava Pier Davide Carone con il pezzo Nanì e dove, senza saperlo si è congedato dal suo pubblico, con il sorriso ironico, che lo contraddistingueva.

Commenti Facebook
By | 2012-03-01T13:35:46+00:00 01/03/2012|Categories: Cultura e spettacoli, Musica|Tags: |0 Comments

About the Author:

Enrico Matzeu
Direttore artistico di Taglia Corti. Scrive di moda, costume, design e tv per molte testate on-line e commenta la televisione ogni sabato su Rai Tre a TvTalk.