Addio a Margaret Tatcher, la più odiata dalla musica

Margaret Thatcher, primo ministro del Regno Unito dal 1979 al 1990, prima donna a guidare il governo britannico, eletta per tre volte con il partito conservatore, si è spenta l’8 aprile all’età di 87 anni, a causa di un ictus. Varie le opinioni che riguardano l’Iron Lady, che si è contraddistinta per il suo temperamento forte e per la sua tenacia.

Sì, perchè oltre a essere stata primo ministro britannico per 11 anni consecutivi, la Thatcher è stata una figura molto discussa nel Regno Unito, forse quella che più ha diviso il Paese negli ultimi trent’anni. Contestatissima soprattutto per le sue politiche economiche liberiste, è stata anche molto apprezzata per la sua fermezza nel guidare il paese. Su di lei hanno fatto diversi film, nonché scritto libri e canzoni.

La cover di “Tramp The Dirt Down” di Elvis Costello.

Dal punk più estremo alla new wave, dal cantautorato al blues, la musica britannica, e non solo, si è infatti abbondantemente schierata contro la politica di Margaret Thatcher. Partendo dall’estrema ”Margaret on the guillotine” di Morrissey, in cui si auspica la sua morte, passando per Elvis Costello e la sua “Trampt The Dirt Down” e le forti contestazioni presentate dai Dead Kennedys in “Kinky Sex Makes The World Go Round“, che chiedevano informazioni sul “moderately repressive regime”. Per non parlare del punk dei The Larks che chiamano la premier amichevolmente Maggie, per poi rinfacciarle tutte le azioni militari promosse dalla sua politica, o del country della Blues band che in “Maggie’s farm” affermano che non lavoreranno più per lei perchè “I try my best to be just like I am but everybody wants you to be just like them”. Non poteva certo mancare “The Fletcher memorial home” dei Pink Floyd , dove la casa in memoria di Fletcher dovrebbe ospitare incurabili tiranni e re per alimentare il loro ego. Chiudendo con le  dolci note di Peter Gabriel con la sua “Don’t give up“.

Sono solo alcune dei brani scritti contro la Thatcher, ma senza dubbio esemplificativi delle controversie che ha portato nel Paese con le sue azioni politiche, economiche e non solo.

http://www.youtube.com/watch?v=AqonCo0A68o&feature=player_detailpage

Commenti Facebook
By | 2013-04-09T11:13:18+00:00 09/04/2013|Categories: Mondo, Musica|Tags: , , , |0 Comments

About the Author:

Chiara Zanchetta
In testa un uragano di idee, in tasca due lauree in Comunicazione. Nella vita? Chi lo sa