Al Bobbio ritorna il teatro d'autore

Ritorna il teatro d’autore al Bobbio con la commedia di Pirandello “Come tu mi vuoi”, interpretata da Lucrezia Lante Della Rovere.

Locandina di “Come tu mi vuoi”

Il testo è andato in scena per la prima volta nel 1930 a Milano, ispirandosi al caso Canella-Brunieri, ed è stato riadattato per quest’occasione da Masolino D’Amico, che lo ha “liberato dagli orpelli” pur mantenendone l’incisività e il linguaggio di Pirandello. Il regista, Francesco Zecca, fonda la sua lettura “su una ricerca delirante dell’autenticità che, per poter essere trovata, porta a perdersi nei tunnel oscuri della memoria”, mantenendo così la classica visione dello scrittore siciliano, sempre alla ricerca dell’identità delle persone. In quest’opera è una donna a non avere più un’identita, messa al centro della vicenda che parte da una Berlino degli ultimi anni venti. L’Ignota balla ed intrattiene i clienti nonostante venga mantenuta da un ricco scrittore. Sarà l’incontro con un italiano, che riconosce in lei la moglie di un suo amico, scomparsa dieci anni prima, a cambiare tutto portandola in una villa friulana dove una sorta di processo familiare cercherà di stabilire la vera identità della donna. Lucrezia Lante Della Rovere sarà quindi l’Ignota, la donna che è pronta ad essere “come tu mi vuoi” nel suo tentativo di cercare la propria identità nella logica razionale. Con lei in questo spettacolo Crescenza Guarnirei, Simone Colombari, Raffaello Lombardi, Arcangelo Iannace, Andrea Gherpelli e Francesca Farcomeni.

Ottavo spettacolo in abbonamento della Stagione 2012/2013, “Come tu mi vuoi” debutta venerdì 1 marzo alle 20.30 e rimane in scena fino a domenica 10 con i consueti orari del Teatro Bobbio: serali 20.30, e festivi 16.30.

Commenti Facebook
By | 2013-02-27T13:18:37+00:00 27/02/2013|Categories: Magazine|Tags: , , , |0 Comments

About the Author:

Chiara Zanchetta
In testa un uragano di idee, in tasca due lauree in Comunicazione. Nella vita? Chi lo sa