Alla Bavisela 2012 domina il Kenya

Sono sempre loro a dominare le competizioni che contano, è anche alla 13° Maratona d’Europa, partita ieri alle 9 da Gradisca d’Isonzo, si è imposto il kenyano Victor Kiprono Kimeli con il tempo di 2h 17’02”, secondo il favorito alla vigilia, e detentore del record dal 2005, Migidio Bourifa, terzo il triestino Lorenzo Snidersich. Una gara avvincente dall’inizio alla fine dove fino al trentesimo chilometro, il favorito Bourifa, ha dominato la gara con la media di 3’06” al chilometro, la pioggerellina e la scarsa aunmidità hanno favorito fino a quel momento la gara dell’atleta che poi, al 33esimo chilometro è entrato in crisi favorendo la gara di Kiprono che è rimasto in testa fino a Piazza Unità. Nonostante il secondo posto, Bourifa è stato sostenuto ed acclamato dal pubblico all’arrivo in piazza dove si è sentito male a causa della stanchezza, ma fortunatamente si è ripreso dopo qualche minuto. Felicissimo anche il triestino Lorenzo Snidersich 2h 36′ 40″. “Non ci potevo credere: ho fatto a Trieste il mio miglior tempo. E’ come segnare il gol che decide il mondiale sotto la propria curva”.
Dominio del Kenya anche per le donne, il primo posto è andato infatti a Rebecca Jerotich (2h 37’10”), argento per l’italiana Elisa Stefani (2h 39’46”), bronzo per la pordenonese Marilena Dall’Anese con 3h 15’08”.
Grandi risultati africani anche per la mezza maratona, la 21 km partita da Duino, con la vittoria di Salomon Yugo (1h 02’46”), secondo posto per Philemon Kisang (1h 4’13”), terzo per il friulano Stefano Scaini con 1h 04’37”. Unico primo posto italiano è arrivato nella Mezza Maratona al femminile dove vince la favorita Rosalba Console, atleta delle Fiamme Gialle, con il crono di 1h 11’23”.
Un progetto, quello della nuova Bavisela, che ha portato grandi numeri anche per la Bavisela Family, la non competitiva partita dal Castello di Miramare che ha raggiunto quota 7500 iscrizioni, iscritti che nonostante il brutto tempo si sono recati numerosi per la consueta “passeggiata”, che di corsa, chi con i pattini, chi seguito dal proprio fido o con figli e passeggini, tutti sono giunti all’arrivo in Piazza Unità per ricevere la medaglia con il cordino verde. Grande soddisfazione dimostata da Stefano Baldini e Gabriella Paruzzi, testimonial della family che hanno corso insieme ai runners fino alla piazza affacciata sul mare. “Siamo entrambi ritirati da qualche anno, ma ne abbiamo fatta di fatica nella nostra vita per raggiungere i nostri risultati, – ha commentato la tarvisiana – l’unica differenza è che lui correva nel caldo e io nel freddo, non so cosa sia meglio”.
Molto soddisfatto anche il nuovo presidente Carini: “Vedere lo splendido risultato di un evento costruito in 120 giorni è stato emozionante. Il ringraziamento va a sponsor e istituzioni che hanno creduto nel nostro progetto ed il risultato va condiviso con tutte le persone che hanno valorizzato con la loro presenza e con la loro opera questa manifestazione”.

(foto Roberta Radini)

Commenti Facebook
By | 2017-05-21T12:16:38+00:00 07/05/2012|Categories: Sport|Tags: |0 Comments

About the Author:

Perla Del Sole
Ventisette anni, laureata in Scienze della Comunicazione, frequento un Master in Lingua, Letteratura e Arte a Lugano. Giornalista pubblicista vivo per i tuffi, il basket e tutte le emozioni che il mondo dello sport è in grado di regalarci.