Alla Scuola Interpreti classi di russo troppo affollate

«Questo è solo l’inizio» annuncia Mila Nortman, lettrice di russo al Dipartimento di Scienze Giuridiche, del Linguaggio, della Traduzione e dell’Interpretazione, dopo aver denunciato ai propri colleghi e alla televisione il sovraffollamento delle aule durante le lezioni di lettorato: «109 alunni per una lezione pratica di lingua sono troppi».

È trascorsa già una settimana da quando la Professoressa Nortman decide di intraprendere una vera è propria battaglia per riorganizzare il sistema di ammissione e di scelta delle seconde e terze lingue di studio della ex Scuola Interpreti, ma nessuno dagli “alti ranghi” sembra volerle dare ascolto. Dopo vari tentativi di dialogo e scambi di e-mail con i docenti responsabili, solo un cospicuo numero di studenti appoggia la causa, ma questo non basta per attuare delle riforme. La professoressa non si perde d’animo e venerdì mattina chiama la TGR Rai per rendere pubblico il disagio che gli studenti devono subire sedendosi a terra a causa della mancanza di posti, per non parlare dei rischi in caso d’allarme e della qualità dell’insegnamento che ne risente.

Dopo questo gesto la situazione sembra ancora immobile e bisognerà aspettare ancora qualche altra luna per ulteriori sviluppi. Qui di seguito il video tratto dalla TGR Rai:

https://www.youtube.com/watch?v=-jcIjPai2lA

Commenti Facebook

About the Author:

Studentessa non modello della Scuola per Interpreti e Traduttori di Trieste, ma originaria del profondo Sud. Sono appassionata delle più svariate forme d'arte che accordano o scordano (a seconda dei gusti) l'anima e faccio parte del team di Radioncorso.it dal 2013 in qualità di giornalista e speaker.