Arriva Mr. Ghost, l’app che misura le onde elettromagnetiche

Avere gli occhi sempre aperti in cerca di pericoli non è sempre sufficiente. Spesso quello che ci fa male infatti è invisibile, come le onde elettromagnetiche emesse anche dagli apparecchi tecnologici che sono costantemente intorno a noi.

Per conoscere il livello delle radiazioni negli ambienti in cui vi trovate sarà presto disponibile un applicazione per smartphone chiamata Mr Ghost, creata da Aaron Rasmussen. Per funzionare l’app sfrutta un rilevatore di onde elettromagnetiche che può essere collegato direttamente al jack per le cuffie del vostro apparecchio e, puntato verso gli elettrodomestici o i dispositivi interessati, permette di identificare la quantità di onde emesse. Non sono infatti solamente gli strumenti in funzione a rilasciarne, ma anche quelli lasciati in stand by, ai quali raramente facciamo caso perché non producono particolari rumori.

Una schermata dell’applicazione che permette di misurare le onde elettromagnetiche.

Mr. Ghost rivela l’energia emessa da apparecchi apparentemente inermi, stimolando anche la riflessione sull’utilizzo invasivo di mezzi elettronici nella vita di tutti i giorni, dei quali sembra sempre più difficile poter fare a meno. Il prezzo non è ancora noto, ma il prototipo è pronto e funzionante ed il progetto è stato finanziato con successo grazie alla piattaforma di crowdfunding Kickstarter.

Nell’attesa vi lasciamo con una piccola guida sugli effetti che le onde possono avere nel nostro organismo:
da 25 a 30 MHz (radiofrequenze CB, taxi, ecc) penetrano in tutti i tessuti, nelle ossa e in particolare nel cervello, nel midollo spinale e nel cristallino dell’occhio.
da 88 a 108 MHz (radiodiffusioni FM) penetrano fino a 4 cm di profondità nel cervello, nel midollo spinale e nel cristallino.
da 175 a 216 MHz (banda televisiva UHF) interessano soprattutto i bambini in crescita.
da 614 a 854 MHz (banda V-UHF televisiva e telefonia mobile da 900 a 1800 MHz) penetrano nel cervello fino a 2 cm e hanno una potenza energetica dieci volte superiore a quella delle onde FM
da 2450 a 2.5 GHz (radar, satelliti, forni a microonde) penetrano nel cervello da 0.5 a 1 cm e sono dannose per gli occhi, il sangue ed i microrganismi.
da 10 a 100 GHz (radar militari e forni industriali) penetrano nel cervello per alcuni millimetri, disturbano il sangue e i microrganismi, possiedono una potenza energetica circa diecimila volte superiore rispetto a quella delle onde di 10 MHz.

Commenti Facebook
By | 2013-05-21T08:33:16+00:00 21/05/2013|Categories: Tecnologie|Tags: , , |0 Comments

About the Author:

Chiara Zanchetta
In testa un uragano di idee, in tasca due lauree in Comunicazione. Nella vita? Chi lo sa