Aspettando la bella stagione del Rossetti

Partirà venerdì 28 settembre la nuova iniziativa del Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia, intitolata Aspettando la bella Stagione: un ciclo d’incontri di presentazione e approfondimento dedicati agli spettacoli della Stagione 2012-2013 che si protrarranno con cadenza quasi quotidiana, fino alla metà di ottobre. Novità assoluta è che saranno gli stessi autori e attori – presenti dal vivo oppure in collegamento skype con il Teatro – a presentare i loro lavori, che conosceremo anche attraverso alcuni interessanti contributi video trasmessi in anteprima per il pubblico.

Il primo incontro si terrà venerdì 28 settembrealle 17.30: il direttore Antonio Calenda introdurrà il

L'attore Alessandro Preziosi in "Cyrano de Bergerac".

programma della stagione con un ospite d’eccezione, Alessandro Preziosi che in collegamento da Belgrado – dove sta girando un film – si intratterrà con il pubblico raccontando il suo Cyrano de Bergerac, uno dei più attesi spettacoli di prosa, e ricordando le molte produzioni dello Stabile regionale cui ha preso parte. Quello di Preziosi a Trieste sarà infatti un gradito ritorno, anticipato da quest’affascinante anteprima.

Il secondo incontro – lunedì 1 ottobre – sarà incentrato sulla drammaturgia shakespeariana: a condurre, il direttore della British School di Trieste, Peter Brown vero esperto e appassionato in questo campo. Conosceremo i sortilegi inquietanti di Macbeth e la rilettura – con protagonisti Zuzzurro e Gaspare – esilarante offerta invece in Tutto Shakespeare in 90 minuti. Martedì 2 ottobre si parlerà di danza con Rossella Brescia, protagonista del balletto Amarcord e – supportati anche da ricche immagini – si anticiperà qualche emozione dagli altri titoli in cartellone compreso l’attesissimo L’altra metà del cielo, con il Corpo di Ballo del Teatro alla Scala sulle musiche di Vasco Rossi e il curioso e poetico Swan Lake on Ice.

Il 3 ottobre sarà interamente dedicato al musical: spronati da Stefano Curti, regaleranno gustose anteprime sulle migliori produzioni italiane in cartellone Saverio Marconi – regista di Frankenstein jr – Massimo Bellone, impegnato ormai nel clou delle prove di Titanic e alcuni artisti di Shrek. In video invece ammireremo, fra gli altri, alcuni passi dell’appuntamento internazionale The Rat Pack Live from Las Vegas e di Ballet Revoluciòn.

Giovedì 4 ottobre alle 17.30 saranno ospiti dello Stabile il protagonista Fulvio Falzarano ed Enrico Luttmann autore dell’adattamento e della traduzione de Il tormento e l’estasi di Steve Jobs, una delle nuove produzioni del Teatro. Dialogheranno con Stefano Curti concentrandosi sull’argomento da “in prima pagina” trattato nel monologo: la fortuna della Apple e lo sfruttamento degli operai nelle economie emergenti. Alessandro Gassman, Giulio Scarpati e Claudio Casadio dedicheranno una pausa delle prove di Oscura Immensità di Massimo Carlotto ad un collegamento con Trieste: si intratterranno in video sulla drammaturgia del Nordest, ambito molto vitale cui vale la pena di interessarsi.Accadrà venerdì 5 ottobre alle ore 17.30.

La settimana successiva si aprirà – lunedì 8 ottobre sempre alla medesima ora – nel nome di un poetico testo intessuto di Sturm und Drang: Il Principe di Homburg. Antonio Calenda converserà del capolavoro kleistiano con il regista Cesare Lievi. Interverranno in collegamento Lorenzo Gleijeses – che interpreta il ruolo del titolo – e Stefano Santospago attore che il pubblico dello Stabile ha già spesso apprezzato. L’appuntamento successivo – il 9 ottobre – è ancora nel segno della prosa di grande repertorio: Thomas Bernhard, Luigi Pirandello, John Osborne, Peppino De Filippo… C’è molto Novecento europeo nel cartellone del Rossetti. Ne parlerà Antonio Calenda collegandosi con Franco Branciaroli, Stefania Rocca e Angelo Campolo. Il 10 ottobre sarà dedicato al progetto produttivo dello Stabile: fra i nuovi titoli spicca l’ibseniana Hedda Gabler di cui Antonio Calenda anticiperà i temi e le scelte registiche. Grazie alla competenza di Umberto Bosazzi, giovedì 11 ottobre si rifletterà sui rapporti fra cinema e teatro: la stagione 2012-2013 dello Stabile offre diversi esempi di dialogo fra queste arti. Il giornalista ne discorrerà con Alessio Boni – uno dei protagonisti di Art – Luca Lazzareschi, interprete di Rain Man, e con Luca Barbareschi cui è affidata l’inaugurazione di stagione, con Il Discorso del Re.

Nel finesettimana lo Stabile sarà presente nel Village della Barcolana con uno stand e iniziative promozionali. Nella settimana successiva si parlerà ancora di nuove produzioni (Fiona, La melodia del corvo) e di grandi eventi (Priscilla). Tutti gli incontri – a ingresso libero fino a esaurimento dei posti disponibili – si terranno alla Sala Bartoli: verranno registrati e riproposti nella pagina Facebook del Teatro Stabile regionale e in youtube, per permettere al più ampio spettro di spettatori di godere di tali spunti di approfondimento. Il pubblico in sala potrà naturalmente intervenire nella conversazione.

Commenti Facebook

About the Author:

Enrico Matzeu
Direttore artistico di Taglia Corti. Scrive di moda, costume, design e tv per molte testate on-line e commenta la televisione ogni sabato su Rai Tre a TvTalk.