#Australia101 – I vantaggi e gli svantaggi di fare l’insegnante a domicilio

Benvenuti ad una nuova puntata di #Australia101. Questa settimana mi sono dedicato a leccarmi le ferite inflittemi dal Tough Mudder, infatti a quasi due settimane dall’evento avverto ancora gli effetti di tutti quei chilometri corsi in mezzo al fango!

I dolori post-gara non mi hanno tuttavia distratto (né tantomento fermato) dalla mia routine di arrampicata e slackline settimanale! Qua a Melbourne c’è la possibilità di usufruire di un certo numero di muri di arrampicata gratuiti all’interno di un parco cittadino, così, venerdì mattina, io e una collega di arrampicata abbiamo deciso di mettere la sveglia presto e salutare il nuovo giorno appesi alle coloratissime prese di una parete situata sotto un viadotto. Una giornata iniziata in questo modo non può che continuare per il meglio, e infatti a metà mattinata la mia amica ha ricevuto una telefonata che le ha rivoluzionato la giornata: un’azienda l’ha contattata a seguito di un colloquio, allo scopo di assumerla come ingegnere a tempo indeterminato, a prescindere dal suo visto (a tempo limitato) e dalla sua cittadinanza (polacca). Se allo scadere del visto con il quale entri in Australia nessun datore di lavoro è disposto a “sponsorizzarti” per farti rimanere nel paese, il governo ti butta fuori dal territorio senza

Joanna è felicissima di aver trovato un lavoro e gioisce mostrandoci le sue scarpe.

troppe remore. Dopo più di cinque mesi di ricerca, quando ormai il suo ottimismo cominciava a vacillare, Joanna è finalmente riuscita ad ottenere un posto fisso e la possibilità di rimanere in Australia per un bel po’ di anni e, per festeggiare, ci siamo concessi un pranzo da re in perfetto stile aussie: hamburger a cinque piani e birra australiana d’eccellenza! Arrivato a casa dal banchetto sono riuscito a raggiungere il cuscino giusto in tempo per iniziare con largo anticipo il mio sonno notturno, durato naturalmente fino al giorno dopo.

Il fine settimana è volato tra sonnolenti turni di lavoro e aperitivi in centro e il lunedì è arrivato senza che me ne accorgessi, portando con sé la mia prima lezione di chitarra in Australia.

Premetto che la parte più difficile di fare l’insegnante a domicilio è trovare la casa dell’alunno: giunto nella via designata dopo diversi minuti di vagabondaggio dalla fermata del tram, mi ritrovo a cercare il numero 15 scritto in piccolo, magari nascosto in alto sullo stipite di qualche portone. Alla seconda vasca senza risultati decido di chiamare la mia alunna e chiederle indicazioni più precise, ma non appena formulo la domanda mi accorgo che, di fronte a me, dentro la vetrata all’ingresso di un palazzo, si erge un gigantesco numero 15 alto tre metri e pronto a cavarmi gli occhi in caso lo fissassi troppo a lungo. Ormai convinto di non aver bevuto abbastanza caffè per la giornata, faccio finta di non aver visto nulla e ascolto le precise indicazioni di Stephanie, alla quale rispondo poi “oh! Ecco il numero 15! Forse non ero ancora arrivato così in fondo alla via…”. Very professional.

Per essere la sua prima lezione, la cara Stephanie – malese di origini, trasferitasi in Australia per lavoro – non se l’è cavata per niente male: dopo un’ora di prove siamo riusciti ad arrivare al primo ritornello di Knockin’ On Heaven’s Door senza andare fuori tempo! A fine lezione ho assegnato i compiti per casa e sono stato pagato doppio (circa 3 ore di lavoro da cameriere) per assicurare la lezione della prossima settimana. Tutto sommato non dev’essere andata troppo male!

Malgrado l’idea di fare l’insegnante di chitarra a tempo pieno mi piaccia molto, probabilmente morirei di fame entro un mese a causa del mio dono di riuscire a passare davanti a un portone per tre volte prima di vederlo. Motivo per cui domani mi recherò volentieri al primo training nel nuovo ristorante di Schnitz, il franchising australiano per cui ho iniziato a lavorare da un paio di settimane. L’apertura ufficiale è prevista per il prossimo mercoledì all’interno del Crown Casinò di Melbourne. Non vedo l’ora di iniziare!

Alla prossima puntata di #Australia101! See ya mates!

Commenti Facebook
By | 2017-02-12T16:22:28+00:00 02/04/2014|Categories: Magazine, Mondo|Tags: , , |0 Comments

About the Author: