Bastano 25″ a Godeas per regalare i tre punti alla Triestina

Il biglietto da visita con cui la Fersina Perginese si era presentata al Rocco non era dei più brillanti. La formazione del Trentino Alto Adige, infatti, scendeva sul prato triestino con un bottino di soli 7 punti raccolti sinora, che costringevano – e lo fanno tuttora – il team di mister Improta all’ultima piazza del girone C di Serie D. Tuttavia, l’Unione era ben conscia di non poter sottovalutare i rivali di giornata, memore dell’impronosticabile sconfitta patita all’andata, peraltro unica vittoria casalinga della Fersina in stagione.

Al termine del match vinto per 1-0, la squadra festeggia con i tifosi il buon inizio di 2014

Al termine del match vinto per 1-0, la squadra festeggia con i tifosi il buon inizio di 2014

LA PARTITA – Sarà il ricordo della brutta figura rimediata a settembre, ma gli undici di mister Rossitto scattano sui blocchi come il miglior Usain Bolt, tant’è che, dopo 25″ miseri rintocchi della lancetta dei secondi, sono già avanti. Bussi sfonda a sinistra e calcia in area, terreno di caccia dell’incontrastato Re Leone, alias Denis Godeas, il quale si fionda sulla palla vagante e azzanna l’1-0. Le certezze, o speranze, degli ospiti sono già messe a dura prova ma, complice un importante mercato di riparazione, i trentini non mollano la presa e riprendono la “battaglia”. Di ciò, in un certo senso, si tratta, essendo il terreno del Rocco più adatto ai muscoli che alla tecnica, e così le due squadre si adattano. La reazione della Fersina si traduce in due buoni guizzi di Corradi e Burato, che tuttavia non impensieriscono Del Mestre. Al 29′ Bussi va a un passo dal raddoppio, o meglio dire a “una pozzanghera” dal realizzarlo, visto che l’acquitrino formatosi in area ospite frena il tentativo dell’alabardato. Tra il 30′ e il 35’, il numero uno di casa sbroglia due situazioni complicate, tenendo al sicuro la propria porta. Unione vicina alla seconda marcatura allo scadere della prima frazione: è ancora Godeas che, conquistatosi lo spazio per la conclusione, spara a un soffio dal palo. La Triestina va all’intervallo con un vantaggio prezioso ma non sufficientemente rotondo per stare tranquilla. Così Godeas apre la ripresa allo stesso modo con cui aveva cominciato il primo tempo, cioè andando in rete. In questa circostanza, tuttavia, il Signor Zingrillo di Seregno annulla per fuorigioco. Ci prova anche Sessolo al 70′ su assist di Wagner, ma il suo tiro non centra la porta. Godeas si carica ancora una volta sulle spalle la Triestina ma l’ariete di Medea si vede annullare dal direttore di gara un’altra marcatura all’86′. Poco male, perché gli ultimi assedi della Fersina si rivelano inconcludenti e la Triestina può così festeggiare un felice anno nuovo, grazie al nono centro stagionale di un indiavolato Godeas.

La squadra di Rossitto raggiunge il settimo posto in classifica, in coabitazione con il S. Paolo Padova, e, ora, la quinta piazza che vale i play-off, dista soltanto 5 punti, senza dimenticare che la tredicesima – che significa play-out – è comunque lontano appena 8 lunghezze. Le ambizioni dell’Unione saranno messe a dura prova già domenica prossima, quando i giuliani sono attesi sul proprio campo dal Belluno, terzo a quota 33 punti.

Commenti Facebook
By | 2017-05-21T12:11:51+00:00 06/01/2014|Categories: Sport|Tags: , , , , |0 Comments

About the Author: