Books Across Balkans

Vent’anni fa la Biblioteca Nazionale ed Universitaria di Sarajevo veniva sventrata dai bombardamenti che diedero inizio all’assedio della città, diventando triste simbolo della distruzione portata dalla guerra. Nell’ambito del progetto di ricostruzione, ha preso il via in Friuli Venezia Giulia una raccolta di libri destinati a quella e ad altre biblioteche della penisola balcanica. Tutto nasce nel dicembre 2011 durante un concerto degli Arbe Garbe, voluto dalla Casa per l’Europa di Gemona, dove viene promossa una prima donazione di volumi destinati alla biblioteca di Sarajevo. L’iniziativa ha successo e si amplia: l’attrice Aida Talliente e il fumettista serbo Aleksandar Zograf si uniscono alla band friulana e danno vita a uno spettacolo teatrale dal titolo “Books Across Balkan”. Lo spettacolo consiste in letture di passi dedicati alle scure vicende che negli anni novanta ebbero come palcoscenico i Balcani, accompagnate dalla musica degli Arbe Garbe e dalle illustrazioni di Zograf. Per assistervi non servirà presentare un biglietto d’ingresso, bensì un libro scritto in lingua italiana. Attualmente le date in programma per la rappresentazione di Books Across Balkans sono 2: il 5 maggio a Bertiolo, in provincia di Udine, e il 6 maggio a Udine, a conclusione della manifestazione Vicino/Lontano.
Parallelamente la raccolta di libri è iniziata, a partire da lunedì 16 aprile, anche nelle librerie che hanno deciso di aderire all’iniziativa. Al momento sono sette, in tutta Italia, tra cui il Knulp di Via Madonna del Mare a Trieste, e il Kobo Shop di via Palladio a Udine. I libri così raccolti seguiranno gli Arbe Garbe, nel loro tour balcanico di giugno, facendo tappa in diverse biblioteche della penisola per poi concludere il proprio percorso nella Biblioteca di Sarajevo il giorno 16. Per seguire da vicino l’iniziativa ed essere aggiornati su tutte le novità potete collegarvi al sito www.booksacrossbalkans.com.

Commenti Facebook
By | 2017-02-12T16:31:21+00:00 23/04/2012|Categories: Cultura e spettacoli, Mondo|Tags: |0 Comments

About the Author: