Ciao Franca, il ricordo del Teatro Rossetti

Attrice e autrice di sottile intelligenza, ironia e classe, Franca Rame, scomparsa il 29 maggio all’età di 84 anni, è stata ospite del Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia con oltre una decina di titoli, spesso al fianco del marito Dario Fo: un’ intesa con il pubblico di Trieste, che si avvia nel 1959 – ancora si andava in scena nella sede del Teatro Nuovo – quando è fra le protagoniste di Comica Finale, per rinnovarsi fino ad oggi.

Franca Rame con il marito Dario Fo.

Si sono susseguite da allora piéce argute che irridevano ai difetti della contemporaneità, come Ladri, manichini e donne nude, nel 1960 Gli angeli non giocano a flipper, poi Aveva due pistole con gli occhi bianchi e neri, Chi ruba un piede è fortunato in amorePer lo Stabile regionale Dario Fo e Franca Rame sono stati per diverse stagioni delle presenze quasi costanti, accolti sempre con grande entusiasmo: nella sala dell’Auditorium approda nel 1965 Settimo, ruba un po’ meno, tre anni più tardi La signora è da buttare e – attesissimo dopo una decina di anni d’assenza – Tutto casa, letto e chiesa, celebre collage di monologhi della Rame.

Nelle stagioni più recenti, un Politeama Rossetti sempre gremito ha accolto Il papa e la strega (1990), Parliamo di donne. L’Eroina – Grassa è bello (1992) di cui Franca Rame era protagonista assoluta e coautrice con Fo, per arrivare all’ultima e straordinaria apparizione della coppia nel 2004 con L’anomalo bicefalo, spettacolo che fece scalpore per i suoi contenuti di satira politica, e che fu talmente richiesto da esaurire completamente i biglietti in solo poche ore di vendita.

Di Franca Rame il Rossetti e Trieste ricorderanno sempre il talento e l’intuizione d’artista, ma anche l’impegno civile e l’umanità, dimensioni che sapeva intrecciare con fine sensibilità e fermezza.

Commenti Facebook
By | 2013-05-30T09:36:37+00:00 30/05/2013|Categories: Cultura e spettacoli, Teatro|Tags: , , , |0 Comments

About the Author:

Enrico Matzeu
Direttore artistico di Taglia Corti. Scrive di moda, costume, design e tv per molte testate on-line e commenta la televisione ogni sabato su Rai Tre a TvTalk.