Come cavalli che dormono in piedi

Presenza di prestigio alla Sala Bartoli dal 15 al 21 dicembre: lo scrittore e giornalista Paolo Rumiz è autore e protagonista di Come i cavalli che dormono in piedi. Con lui in scena figurano l’attore Paolo Fagiolo ed il musicista Stefano Schiraldi.

È un tema complesso e affascinante quello che Paolo Rumiz affronta in Come i cavalli che dormono in piedi, romanzo che ha pubblicato con successo alla fine del 2014: un tema che immediatamente è parso anche adatto a prendere sostanza sulla scena. Ecco allora che – dopo una prima presentazione in forma di lettura – il testo scaturisce in un momento teatrale, con l’autore impegnato a leggere in scena: la produzione è del Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia.

«Quella che vi presentiamo – spiega Rumiz – non è una commemorazione e tanto meno una celebrazione, ma una vera e propria evocazione dell’Armata perduta. Con canti, libagioni, versi e piccoli fuochi, chiameremo in vita i 125 mila ragazzi in “montura” austroungarica del Trentino o dell’attuale Venezia Giulia e Friuli orientale che combatterono oltre i Carpazi, restando in più di 25 mila “a guardare la luna” in sperduti cimiteri coperti di mirtilli dove da un secolo quasi nessuno porta più un fiore; piccoli camposanti coperti dall’oblio, spianati dalla ruspa comunista o schiacciati dalla memoria più recente della seconda, tragica guerra mondiale».

Commenti Facebook
By | 2015-12-14T12:59:29+00:00 14/12/2015|Categories: Magazine|Tags: , , , , |Commenti disabilitati su Come cavalli che dormono in piedi

About the Author:

Marta Zannoner
Prima o poi la troverò una frase accattivante da scrivere. Forse.