La mostra Training di Dominik Ritsze

Si terrà sabato 26 marzo alle 18.30 nello Studio Tommaseo, a Trieste, l’inaugurazione del progetto espositivo Training dell’artista polacco Dominik Ritsze, curato da Lore Gablier.
La mostra si articola in cinque video che testimoniano in maniera emblematica l’interesse dell’artista per lo studio delle inibizioni del comportamento e delle strutture di potere. In ogni video la camera è usata come un dispositivo che si addentra nell’intimità dei soggetti per rivelarne i conflitti emotivi. La mostra inizia con una delle prime opere dell’artista: See you all (2012), che mette assieme una serie di sequenze girate in diversi contesti urbani con un obiettivo zoom a lunga distanza che ha permesso all’artista di filmare senza essere notato. Mentre il film si svolge, i soggetti assumono un atteggiamento sempre più teatrale ed esagerato come fossero coscienti dello sguardo impercettibile ma onnipresente dell’artista. La sala inferiore presenta tre video proiettati simultaneamente: Eine Keine Werk (2012), Film about school (2014) e Versus (2014), opere girate all’interno di istituzioni che formano il corpo e il suo comportamento: una scuola, una prigione e una palestra. Nella sua opera più recente, Reverb (2015), il quinto video, è invece il suono a diventare un elemento sempre più importante e l’artista sembra cercare un’evasione dal potere dello sguardo e rivelare una realtà interiore più complessa.
Dominik Ritszel espone per la prima volta in Italia, come vincitore del Premio Giovane Emergente Europeo Trieste Contemporanea 2015, assegnato da una giuria internazionale durante la sessione triestina del CEI Venice Forum per Curatori di Arte Contemporanea, svoltasi lo scorso ottobre.

Commenti Facebook
By | 2016-03-24T00:17:41+00:00 24/03/2016|Categories: Magazine|Tags: , , , |0 Comments

About the Author:

Come molti laureati in filosofia, leggo, scrivo e cerco la mia strada. Non dovessi trovarla, mi darò alla macchia.