Con i "BSBE" un esplosione di rock e blues

Ogni ascoltatore di musica indipendente e coraggiosa ha il dovere di tenere in considerazione il duo BSBE, Bud Spencer Blues Explosion; sempre più apprezzato e degno di collaborazioni con artisti e musicisti importanti del calibro di Alessio Bertallot e Saturnino, Frankie Hi-energie, Pacifico, Raf, Marina Rei, Otto Ohm, The Niro e perfino con la magnifica voce di Luca Sapio (Quintorigo).

BSBE

I BSBE, di recente partecipi di un live al Teatro Miela di Trieste, suonano Blues e Blues-rock cantato in Italiano, con contaminazioni che vanno dagli anni ’90, con i Chemical Brothers e i Rage Aganist the Machine, alle influenze della scena Grunge fino al primo blues, quello cittadino di New Orleans e del Mississipi. Un blues scarno ma non certo semplice, i due artisti si danno molto da fare sia sul palco che dal vivo riempiendo ogni buco musicale, dovuto al loro esiguo numero, grazie ad un’invidiabile tecnica ed un ritmo deciso, cadenzato, ipnotico e vodoo. Un tono generale molto graffiante con testi anche ironici ed una chitarra che spazia dal romantico slide ad un suono distorto e compatto. Si nota quanto provano piacere a comunicare musicalmente fra loro i due musicisti, dal soundcheck fino alla traccia ufficiale il power duo composto da Adriano Viterbini (voce, chitarra) e da Cesare Petulicchio (batteria), ha dato vita a quattro album di cui di cui l’ultimo “Do It” 2011 (Acronimo di Dio Odia I Tristi) è fedele al loro sound sporco e viscerale. Hanno perfino accettato la sfida di suonare Blues rock in italiano in America, con una certa dose di coraggio, i Bud Spencer Blues Explosion hanno organizzato sei concerti negli Usa, con debutto il 16 maggio 2009 al Fontana’s di New York arrivando, e con merito, all’onore di suonare al CBGB di New York dove hanno suonato più volte i Ramones e anche gli italianissimi Elio e le Storie Tese. L’energia della loro esperienza blues, è dovuta a un notevole quantitavo di live nei locali di Roma, paese d’origine del gruppo, per poi decollare con la formidabile esibizione al concertone del Primo Maggio 2009, proseguita con oltre 200 concerti in due anni immortalati in “Fuoco Lento” EP live registrato nel locale romano e loro seconda casa, il Circolo Degli Artisti. Il loro lavoro musicale si sta facendo spazio a squarciagola nel panorama musicale italiano, facendo risplendere il loro notevole impegno agli occhi dei migliori musicisti e tecnici italiani. Talento, gusto e qualità tecniche che meritano piena riconoscenza e soddisfazione per l’orecchio di noi ascoltatori.

Commenti Facebook
By | 2012-05-14T22:39:39+00:00 14/05/2012|Categories: Musica|Tags: , , , |0 Comments

About the Author: