L’opera al cinema: “Così fan tutte” all’Ariston

Martedì 03 aprile è stata proiettata al cinema Ariston l’opera buffa “Così fan tutte” di Wolfgang Amadeus Mozart composta alla fine del ‘700 (con il libretto di Lorenzo da Ponte ma sempre attuale); l’opera fa parte di uno dei migliori spettacoli andati in scena nella stagione 2017/2018 al MET – “The Metropolitan Opera”.

La versione di Phelim McDermott è ambientata in una Coney Insland degli anni ‘50 tra atmosfere circensi, mangiafuoco, mangiaspade e donna con serpente (vero in un’uscita); interpreti di spicco come Christopher Maltman nel ruolo di Don Alfonso ma soprattutto nel ruolo di Despina la vincitrice dei Tony Award Kelli O’HaraAmanda Majeski, Serena Malfi, Ben Bliss, e Adam Plachetka nel ruolo degli innamorati sotto la direzione di David Robertson.

L’opera comincia in una bottega del caffè, dove due ufficiali sono convinti che le rispettive fidanzate sapranno mantenersi fedeli in ogni circostanza; Don Alfonso li contraddice dicendo che la fedeltà del genere femminile non esiste e che se si presentasse l’occasione, le ragazze dimenticherebbero i loro fidanzati. Così ne deriva una scommessa, i due giovani si travestono da potenziali pretendenti facendo una corte sfrontata e spietata alle malcapitate…

La rilettura dell’opera è stata magnifica, chiaramente deve piacere il genere, e soprattutto la resa cinematografica è diversa rispetto a quella teatrale, ciononostante la proiezione in alta definizione ha permesso al pubblico di apprezzare le sfumature di questo capolavoro mozartiano.

L’opera al cinema è una di quelle esperienze che vi consiglio di provare!!

Commenti Facebook

About the Author:

Studentessa di Comunicazione e spettacolo al dipartimento di Lettere tra Grado e Trieste, insomma senza il mare non sa stare... Le sue passioni sono ovviamente la musica, il cinema e tutto ciò che è arte