Costituito il nuovo CdS dell’Università di Trieste, Marson presidente

È Massimo Marson di Lista AutonomaMente il nuovo presidente del Consiglio degli Studenti dell’Università di Trieste. Classe 1993, di Portogruaro, studia ingegneria ed è stato vicepresidente del CdS nello scorso mandato.

Marson eletto con l’87,06% dei voti

Massimo Marson, presidente del Consiglio degli Studenti

Massimo Marson, presidente del Consiglio degli Studenti

Assieme a Massimo, formeranno l’Ufficio di presidenza Ludovica Formicola di Studenti In Movimento e Simone Laterza in quota Lista di Sinistra – LINK (in qualità di vicepresidenti), mentre Angelica Bufano, sempre LdS-LINK e Dejan Tič di Lista AutonomaMente ricopriranno il ruolo di segretari dell’organismo.

A eleggere il presidente, i suoi vice e i segretari sono stati gli 85 consiglieri presenti (su 115), eletti tra le file di quattro liste universitarie (oltre alle tre già citate c’è anche RUM – Rappresentanti Universitari per il Miglioramento, nata nel dipartimento di Studi Umanistici). Per dovere di cronaca 10 consiglieri erano assenti giustificati. Marson è stato eletto con 74 voti a favore, pari all’87,06% di preferenze. Ha presieduto la seduta d’insediamento del Consiglio Eugenia Urso in qualità di consigliera anziana (in questo caso il termine non è legato all’età anagrafica, ma al fatto che la Urso è stata la candidata che ha ottenuto il maggior numero di voti alle elezioni del 3 e 4 maggio, nda.), coadiuvata dai tre questori nominati per l’occasione, Emanuele CristelliSven Turkalj e Camilla Vitulano.

Intervista al neoeletto presidente del CdS, Massimo Marson

Abbiamo chiesto a Marson quali saranno le prime mosse da presidente. “Da domani si parte”, ha risposto entusiasta. “Inizierò nei prossimi giorni con una riunione dell’Ufficio di presidenza. Loro sono nuovi nell’ambito della rappresentanza e devono capire come funzionano i vari organismi e le varie procedure. Inizieremo a preparare la prima seduta del nuovo Consiglio che si terrà nella seconda metà di giugno”.

Marson: «Sono aperto a qualsiasi feedback, sia positivo, sia negativo»

Marson è stato vicepresidente del CdS nella scorsa consiliatura. Ci ha rivelato di aver imparato tantissimo da quell’esperienza. “Ho appreso tutto ciò che serve a livello di procedure e di rapporti con gli uffici dell’università. Certo, non si finisce mai di imparare, ed è per questo che mi metto a disposizione di tutti i colleghi e accetterò consigli da parte di tutti i consiglieri, perché credo che avere un feedback sia un ottimo modo per una corretta gestione di un organo di governo dell’Università come il Consiglio degli Studenti”.

«Evitare la desertificazione del CdS»

Il Consiglio degli Studenti dell'Università di Trieste

Il Consiglio degli Studenti dell’Università di Trieste

È noto che ogni consiliatura inizia con una percentuale molto alta di consiglieri presenti alla prima seduta, mentre già dalla seconda l’interesse inizia a scemare. Come ovviare a questo problema?

“Garantire un CdS il più armonioso possibile, che non vi siano spaccature all’interno, perché sono quelle le cose che fanno allontanare i consiglieri”, è la ricetta di Marson. “Succedeva in passato – continua il neopresidente – che addirittura la Conferenza dei capigruppo dovesse fare salti mortali per riuscire a garantire il numero legale per avviare le sedute. Dobbiamo invertire questa tendenza. Per farlo – spiega – bisogna predisporre un ambiente dove far esprimere al meglio i consiglieri e farli sentire partecipi”. “Inoltre – continua – la procedura per la decadenza dei consiglieri non interessati dovrebbe venir semplificata. Calcolate che il conteggio delle assenze che permettono di far decadere un consigliere, viene fatta dopo 18 mesi dall’elezione”.

E sul caso dei finanziamenti alle associazioni?

In merito alla presunta truffa ai danni del CdS e dell’Università da parte di due associazioni che chiedevano i cosiddetti “fondi CdS”, ma che poi non realizzavano le attività o avevano soci prestanome, Marson (che all’epoca dei fatti era vicepresidente del CdS) ci ha spiegato che il caso è stato scoperto proprio grazie ad un’attenta analisi della Commissione riparto fondi del CdS. “Fino a qualche mese fa abbiamo interloquito con gli altri uffici dell’Università per capire come l’ateneo volesse affrontare la situazione, perciò non vediamo l’ora che venga fatta luce su quanto accaduto”.

«Attenzione alle notizie false»

Ho letto sulla stampa locale una cosa non del tutto vera. Il verbale era pubblicato sul sito dell’Università e poi è stato tolto, ma non siamo stati noi a toglierlo (anche perché il CdS non ha le credenziali per farlo tecnicamente, nda.), né a chiedere di toglierlo. Non possiamo farlo e non l’abbiamo fatto”, ha concluso Marson.

 

Commenti Facebook
By | 2017-06-02T02:17:49+00:00 02/06/2017|Categories: Focus on (Magazine), Politica|Tags: , , , , , , , , , |Commenti disabilitati su Costituito il nuovo CdS dell’Università di Trieste, Marson presidente

About the Author:

Per otto ore al giorno fa il giornalista a TV Capodistria, nelle rimanenti fa il formatore a RadioInCorso. È appassionato di informatica, ma spesso desiste dinnanzi ai rebus che i computer gli riservano.