Di Natale mette K.O. la Fiorentina e vince la sfida con Jovetic

Foto da http://it.wikipedia.org

Vincenzo Montella

Guidolin contro Montella: al Friuli tutti i presupposti per una sfida spettacolare.
Moduli speculari per entrambi i tecnici, che schierano il 3-5-2 che li ha caratterizzati per tutto il girone d’andata.
Nell’Udinese, reduce da cinque risultati utili consecutivi, rientra Pinzi in cabina di regia e sul fronte offensivo sempre più confermata la coppia Di Natale-Muriel. Nella Fiorentina, due sconfitte nelle ultime quattro partite, assenti Pizarro, Olivera, Cassani e Fernandez.
Partita vivace sin dai primi minuti, con l’Udinese che si fa pericolosa prima con un cross di Lazzari, non raccolto dalle punte friulane, poi con un’ incursione di Basta sul lato destro. La Fiorentina non si fa intimorire e lentamente il centrocampo viola prende le misure, iniziando un possesso palla di grande qualità: Aquilani e Valero salgono in cattedra sfornando palloni interessanti per Jovetic e Liajic, mentre Cuadrado segue a vista Pasquale.

Al 15′ prove di vantaggio per Jovetic, che sbaglia un gol a pochi metri da Brkic su cross di Valero. Passano solo 5 minuti, in cui i viola insistono, e su una punizione di Valero dalla trequarti la Fiorentina passa: palla spedita in area, inserimento di Rodriguez dalle retrovie che colpisce di testa, la palla cade sulla linea e sbatte sulla spalla di Brkic per poi capitolare in rete.
Gudolin, visti alcuni palloni mal gestiti, predica calma e concentrazione e la sua Udinese ha il merito di non arretrare il baricentro, sfruttando rapide ripartenze e situazioni di superiorità numerica sugli esterni. La Fiorentina, invece, cerca il contropiede letale per ipotecare il match.
Al 37′ momenti di paura per il portiere bianconero: Brkic, in uscita bassa sull’ex Cuadrado, rimane vittima di un brutto infortunio al dito (frattura al secondo dito della mano destra). Immediata la sostituzione con Padelli.
Allo scadere del primo tempo Heurtaux prova il passaggio in area per Domizzi, la difesa viola “buca” e Migliaccio commette una dubbia irregolarità sul difensore friulano, sanzionata dall’arbitro con il calcio di rigore. Prima del tiro dagli 11 metri siparietto tra Aquilani e Di Natale: il primo “scava il dischetto” e il secondo reagisce con un calcetto. L’arbitro sceglie di ammonire entrambi.
Di Natale, nessun rigore fallito in stagione, si incarica del tiro spiazzando Neto.
A fine primo tempo il tabellone luminoso del Friuli dice 1-1.
La Fiorentina rientra in campo con la voglia di ribaltare il risultato: Jovetic e Valero creano due occasioni dopo pochi minuti, ma l’Udinese, ancora una volta, dimostra il suo valore e la sua forza. Pochi minuti dopo Lazzari va vicino al gol su un calcio d’angolo battuto dalla destra, ma la questione è solo rimandata.
Minuto 65′: Lazzari veste i panni del assist-man e con un delizioso lancio serve Di Natale, che, partendo da posizione dubbia, “taglia” fuori la difesa viola e batte Neto in uscita bassa.
Passa un solo minuto e Muriel parte in solitaria: arrivato ai 30 metri scaglia un tiro a mezza altezza, sul quale Neto combina un pasticcio clamoroso regalando il gol della vittoria ai friulani.
Mister Montella rischia il tutto per tutto: fuori Tomovic e dentro Toni, ma il risultato finale non cambia nonostante il forcing degli ospiti. La Fiorentina capitola, ma il gioco espresso a Udine dimostra ancora una volta l’ottimo operato di Montella e della squadra viola, capace di offrire ottimi spunti di gioco su un campo difficile.
L’Udinese continua la sua serie positiva al Friuli, fortino quasi inespugnabile, rilanciando le sue ambizioni grazie alla coppia del gol Di Natale-Muriel.
La prossima sfida vedrà l’Udinese impegnata allo Juventus Stadium, per una partita che potrà significare molto per entrambe le squadre: per l’Udinese la rincorsa all’Europa, per la Juventus lo scudetto. L’obiettivo dell’ Udinese sarà migliorare e stupire ancora.

 

 

Foto da http://www.gazzetta.it e http://www.wikipedia.org

 

Commenti Facebook
By | 2017-05-21T12:15:54+00:00 13/01/2013|Categories: Sport|Tags: , , , , , , |0 Comments

About the Author:

Studente di Scienze della comunicazione, 24 anni, preparatore dei portieri del San Vito al Torre e istruttore di scuola calcio CONI FIGC. Ho un passato da articolista e editorialista per TuttoUdinese.it. Ritengo che lo sport sia fatto di passioni e emozioni che vale sempre la pena raccontare.