Dopo la laurea? L’Europa ti aspetta

Con l’inizio della primavera da poco alle spalle, ci stiamo avviando verso una fase dell’anno da sempre ben attesa dagli studenti: l’estate, il suo sole, una ben meritata pausa studio e rilassanti vacanze è ciò che attenderà la maggior parte di noi. Purtroppo, non a tutti gli universitari sarà concesso rilassarsi e riprendersi dalle fatiche dell’anno accademico: molti, infatti, dovranno studiare per la non lontana sessione autunnale degli esami o ancora – e a questi si rivolge tutta la nostra compassione – preparare la tesi, l’ultimo vero ostacolo prima della tanto agognata laurea. La domanda che accomuna tutti però è: cosa farò dopo la laurea?
Negli ultimi mesi non si è parlato d’altro: il 2015 sarà un anno positivo per l’Italia, finalmente il paese torna a crescere, finalmente le aziende tornano ad assumere e i giovani trovano lavoro. Di certo non vogliamo essere proprio noi a guastare quest’ondata di ottimismo, anzi, vogliamo aiutarti, offrendo idee, consigli e spunti su cosa fare immediatamente dopo la laurea, per migliorare il proprio curriculum e la propria appetibilità sul lavoro, per crearsi contatti che torneranno utili nel futuro. Parliamo in particolar modo si due siti web dove si possono trovare tirocini, lavori e trainee program in tutta Europa.

Scambieuropei è considerato “il primo portale italiano sulla mobilità giovanile in Europa”, nasce a Bologna con l’intento di offrire a studenti universitari una moltitudine di servizi e opportunità all’estero, come borse di studio, offerte di lavoro, Progetto Leonardo, SVE (Servizio Volontario Europeo) e scambi interculturali. Dalla homepage del sito è possibile visualizzare tutti i progetti aperti, per qualsiasi paese e per qualsiasi tipologia (volontariato, tirocini ecc). Scorrendo verso il basso, si può notare la sezione “in evidenza”, dove vengono riportati tutti gli eventi di maggior rilievo, e “scadenze”, dove si trovano i progetti a cui è possibile partecipare ancora per poco tempo. Molto utile, inoltre, è la sezione “Dove vuoi andare?”, che offre un elenco di paesi con progetti di lavoro, volontariato o tirocinio. Scambieuropei non offre, contrariamente a ciò che suggerisce il suo stesso nome, solo scambi con paesi europei: nella sezione del sito “Guide ai progetti”, infatti, sono elencate varie opportunità di finanziamento per soggiorni di studio o tirocinio all’estero per ogni singolo paese europeo, per gli USA, il Canada, l’Australia e tanti altri paesi al di fuori del nostro continente.

 

Graduateland, al contrario, contiene solo offerte di lavoro o di tirocinio, a discapito di programmi di volontariato come lo SVE. Dalla Danimarca, questo portale si propone di essere un punto di mediazione tra i singoli studenti europei e le opportunità di lavoro che attendono loro in tutto il continente. Rispetto al concorrente italiano, Graduateland offre una user experience più pratica e personalizzata: l’utente può creare un profilo online, inserire area e titolo di studio finora conseguito, paesi d’interesse, tipologia di lavoro (tirocinio, trainee program, lavoro part time ecc) e lasciare che sia il sito stesso a “proporgli” delle opzioni. Nella sezione “jobs”, la ricerca può essere poi ulteriormente affinata scegliendo con esattezza in quale regione di un determinato paese si vuole lavorare o ad esempio, selezionare solo i posti disponibili che prevedono competenze in una determinata lingua. In generale, il sito permette una vasta scelta di esperienze lavorative in pressoché tutti i paesi del mondo e non di rado, tra l’altro, le aziende offerenti sono di prim’ordine, come L’Oréal, Intel, P&G e Nestlé.

Commenti Facebook
By | 2015-03-25T09:51:41+00:00 25/03/2015|Categories: Giovani e società, Magazine|Tags: , , , , , |0 Comments

About the Author: