Eccellenze italiane anche nell’informarica

Nuove eccellenze in Italia, questa volta dal panorama informatico. É stato infatti un italiano a vincere l’Alan Turing Award, il premio più prestigioso al mondo per l’informatica. L’italiano che tiene alto il nome del nostro paese è Silvio Micali che al Massachusetts Institute of Technology, insieme a Shavi Goldwasseer, ha portato aventi diversi lavori nel campo della crittografia e della complessità. In particolare, i due hanno sviluppato teorie e algoritmi per cifrare le informazioni, protocolli estremamente utilizzati nel campo delle transazioni su internet e del cloud computing.

Silvio Micali vincitore italiano del premio.

Micali, italiano di 58 anni, si è laureato in matematica all’Università la Sapienza di Roma ed ha conseguito il dottorato di ricerca alla Berkeley University nel 1983. Dieci anni dopo ha ricevuto il suo primo riconoscimento internazionale, vincendo il premio Gödel per i suoi lavori nel campo dell’informatica teorica. «Sono onorato di questo riconoscimento e grato alla comunità informatica. Da studenti appena laureati, io e Shavi abbiamo preso alcuni rischi e avuto anche un paio di rifiuti, ma abbiamo anche ricevuto incoraggiamenti preziosi da mentori eccezionali» ha dichiarato in occasione del riconoscimento.

Goldwasser e Micali riceveranno il premio durante l’Awards Banquet annuale della Association for Computer Machinery in programma il 15 giugno a San Francisco.

Commenti Facebook
By | 2013-03-20T13:14:40+00:00 20/03/2013|Categories: Magazine|Tags: |0 Comments

About the Author:

Chiara Zanchetta
In testa un uragano di idee, in tasca due lauree in Comunicazione. Nella vita? Chi lo sa