ECHOS, il festival musicale transfrontaliero

La musica come linguaggio universale per abbattere ogni tipo di barriera, geografica, politica, economica, culturale e linguistica; ma anche culturapromozione del territorio e attenzione ai giovani: queste le radici del Festival musicale transfrontaliero ECHOS che si terrà dal 1° luglio al 28 agosto 2014, che porterà in scena 14 concerti, 8 in Friuli Venezia Giulia (i martedì) e 6 in Slovenia (i giovedì), ospitati in luoghi di pregio architettonico, artistico o culturale con, quest’anno, particolare attenzione ai castelli.

La locandina del festival musicale ECHOS.

Il Festival è una delle attività del progetto Echos–Echi transfrontalieri, giunto al suo secondo anno e finanziato nell’ambito del programma per la cooperazione transfrontaliera Italia-Slovenia 2007-2013, che vede come partner l’Associazione Progetto Musica, il Kulturni dom di Nova Gorica e il Kosovelov dom di Sežana. Tra i suoi scopi ci sono la promozione dello sviluppo territoriale transfrontaliero, il sostegno all’accesso e alla produzione di cultura e la valorizzazione dei giovani musicisti del Friuli Venezia Giulia e della Slovenia. 


Nei diversi appuntamenti – tutti a ingresso gratuito e accompagnati da una visita guidata al luogo, iniziative collaterali e da un’offerta enogastronomica di prodotti tipici locali – si alterneranno ensemble di giovani musicisti italiani e sloveni under 30, otto dei quali creati per l’occasione durante un campus di alta formazione, la cui seconda parte si terrà da oggi a domenica 29 giugno a Sežana sotto la guida di Tomaž Lorenz professore di musica da camera all’Accademia di Musica di Lubiana e di Roberto Turrin, docente di pianoforte al Conservatorio Tartini di Trieste. Questi otto ensemble circuiteranno nei concerti in programma nel Festival, organizzati nell’area compresa tra le Province di Udine, Gorizia e Trieste in Italia e le Regioni di Obalno-Kraška e Goriška in Slovenia.

Oltre al ricco programma del festival e alla partecipazione di ottimi giovani musicisti, questa edizione prevede anche una novità, ovvero l’inserimento all’interno dei programmi cameristici di Prime Esecuzioni Assolute scritte e ideate per l’occasione da giovani compositori selezionati dai Conservatori musicali di Udine e Trieste, nonché dall’Accademia di Lubiana: Nejc Kuhar e Marijan Mlakar della Slovenia, Matteo Andri e Alberto Potente dell’Italia.

I giovani musicisti si esibiranno in Italia: l’8 luglio a Castello di Coia a Tarcento, il 15 luglio a Villa Gallici Deciani a Montegnacco di Cassacco, il 29 luglio al Castello di Artegna, il 12 agosto ai Giardini del Castello di Udine, il 19 agosto al Castello di Rubbia. In Slovenia: il 31 luglio a Štanjel, il 21 agosto a Šempeter pri Gorici e il 23 agosto al Castello di Dobrovo. 

Ad affiancare i giovani musicisti dei due Paesi, selezionati dai due direttori artistici del Festival – Patricia Turicchia e Veronika Brvar -, ci saranno anche dei gruppi già noti nel panorama musicale transfrontaliero tra i quali l’Ensemble Cortesia (1° luglio a San Floriano del Collio), La Rossignol (28 agosto al Castello di Kromberk). Una vera chicca del festival saranno le creazioni del musicista italiano Daniele D’Agaro (10 luglio a Šmartno) e del quartetto sloveno 4Saxess (22 luglio a Trieste), capaci di creare delle commistioni particolari fra la tradizione popolare e i ritmi vibranti del jazz. Saranno presenti anche le tradizioni musicali del Klezmer con i gruppi Kontra Kvartet (26 agosto a Gorizia) e Klez Gang (17 luglio Pliskovica).
Commenti Facebook
By | 2014-06-30T14:37:48+00:00 30/06/2014|Categories: Magazine|Tags: , , |0 Comments

About the Author:

Enrico Matzeu
Direttore artistico di Taglia Corti. Scrive di moda, costume, design e tv per molte testate on-line e commenta la televisione ogni sabato su Rai Tre a TvTalk.