Edilizia green: arriva la vernice "mangia-smog"

Anche l’edilizia si evolve in maniera ecologica, una delle ultime novità è stata introdotta dalle vernici “mangiasmog” o meglio, una vernice fotovoltaica che trasforma lo smog in aria pulita. Questo è possibile attraverso un processo di ossidazione che si attiva con l’esposizione alla luce solare  e che permette di decomporre gli agenti inquinanti presenti nell’atmosfera.

Componente fondamentale di queste  eco-pitture è il biossido di titanio che viene fissato con delle particolari tecniche brevettate, ed agisce da foto-catalizzatore grazie all’azione dei raggi ultravioletti. Una volta attivatosi abbatte i principali fattori di inquinamento (biossido di azoto, biossido di zolfo, monossido di carbonio, benzene, ammoniaca, formaldeide, particolato atmosferico PM10) derivanti dagli scarichi delle auto, dalle emissioni delle fabbriche e dal riscaldamento domestico, trasformandoli in sostanze inerti e del tutto innocue. Attraverso questa trasformazione si evita anche il depositarsi di sporcizia, muffe e batteri che oltre ad essere dannosi per la salute degradano l’aspetto degli edifici.

La validità di queste pitture è confermata anche dal CNR, che ha pubblicamente rivelato, attraverso una pubblicazione, che un metro quadro di superficie trattata con tali vernici è in grado di decomporre in appena un’ora  il 90% dell’inquinamento presente in 80 m³ di aria.

Queste vernici riscontrano un campo di utilizzo molto vasto: grazie alle loro caratteristiche di idrorepellenza, traspirabilità e incorruttibilità sotto l’azione disgregante e corrosiva degli acidi, sono ideali per il ripristino delle facciate degli edifici ma anche per le nuove costruzioni, con utilizzo sia per interni che per esterni, senza considerare le innumerevoli applicazioni progettuali e costruttive per l’ingegneria civile ed ambientale.

Le aziende che al momento producono queste vernici sono varie, tra cui Alfa Omega, Keim, Steikos, Caparol, Marraccini, Harpo.

Commenti Facebook
By | 2012-04-26T16:57:48+00:00 26/04/2012|Categories: Scienza&Ricerca|Tags: , , , |0 Comments

About the Author:

Chiara Zanchetta
In testa un uragano di idee, in tasca due lauree in Comunicazione. Nella vita? Chi lo sa