Emergency racconta la linea rosso sangue dell’Africa

C’è una linea di sangue che dalla Rift Valley (circa 6000 km che uniscono Siria e Mozambico) scorre lungo la Valle dell’Omo e gli altipiani dell’Etiopia fino ai deserti del Sudan. Questo territorio cruento è stato immortalato da due reporter italiani, che lo raccontano attraverso un documentario sensazionale e toccante.

La locandina della proiezione di “Una linea rosso sangue”.

“Una linea rosso sangue”, realizzato da due reporter del National Geographic, Iago Corazza e Greta Ropa verrà proiettato martedì 21 maggio alle ore 21 in via Donizetti 5/a presso la sede dei soci di Banca Etica il gruppo Emergency di Trieste ad ingresso libero. Gli auori saranno presenti alla serata e racconteranno con le immagini la storia di un territorio attraversato da una sottile linea rossa.

Le immagini realizzate, sconvolgenti e a volte cruente, sono lo specchio di un territorio ostile, che solo a queste condizioni ha consentito all’uomo la sopravvivenza. Un percorso bagnato dal sangue di tradizioni ancestrali, dal sangue di misteriosi riti tribali, dal sangue che garantisce identità etniche e dal sangue che divide nazioni e popolazioni. Un sangue che nutre e alimenta e che a volte uccide.

Questo rosso filo conduttore  porterà gli spettatori nelle incredibili strutture create da Emergency in Sudan, fino alle sale operatorie dove il personale lavora ogni giorno perché il sangue continui a pulsare rosso nel cuore degli uomini e dove Emergency ha avviato il suo progetto più ambizioso: portare cure di altissimo livello e gratuite, ma soprattutto attuare una pratica concreta di rispetto dei diritti umani, garantendo a tutti i popoli gli stessi standard sanitari.

Commenti Facebook
By | 2013-05-20T09:15:48+00:00 20/05/2013|Categories: Mondo|Tags: , , , |0 Comments

About the Author:

Enrico Matzeu
Direttore artistico di Taglia Corti. Scrive di moda, costume, design e tv per molte testate on-line e commenta la televisione ogni sabato su Rai Tre a TvTalk.