Eugenio Finardi a Calling The Boss

Giunge alla sua quinta edizione Trieste Calling the Boss, con cinque giornate piene di musica (circa una ventina i concerti tra Teatro Miela, Cafè Rossetti e Ausonia) ed eventi collaterali, dal 21 al 25 aprile. Tra i nomi di punta in cartellone, ci sarà anche Eugenio Finardi, in concerto al Teatro Miela sabato 23 aprile alle 21.

Molti artisti verranno svelati nelle prossime settimane: per ora i nomi confermati sono i milanesi The 57th Street Band, le rock band locali Afterglow e The Rideouts, le cantautrici Federica Crasnich e la giovanissima Fiore.

Trieste Calling the Boss è nato nel 2012, per festeggiare il concerto di Bruce Springsteen a Trieste. Questa quinta edizione sarà così anche un modo per prepararsi al ritorno estivo del Boss in Italia. Oltre a questo, il filo conduttore della kermesse sarà l’amicizia che lega gli amanti della musica. Come canta Bruce Springsteen in Bobby Jean, “we liked the same music, we liked the same bands”.

Eugenio Finardi sarà il perfetto portavoce di questo messaggio di unione e condivisione. Simbolo vivente dell’indipendenza artistica, porta sul palco del Miela uno spettacolo che ne celebra i 40 anni di carriera, dal titolo 40 anni di Musica Ribelle, nel quale Finardi propone per la prima volta dal vivo l’intera scaletta dell’album Sugo che lo portò al successo nel 1976.

Commenti Facebook
By | 2016-02-29T09:53:17+00:00 01/03/2016|Categories: Magazine|Tags: , , |0 Comments

About the Author:

Come molti laureati in filosofia, leggo, scrivo e cerco la mia strada. Non dovessi trovarla, mi darò alla macchia.