EuroBasket 2013: L’Italia affonda la Russia di coach Karasev

Non poteva essere migliore l’esordio dell’Italia nell’Europeo 2013 organizzato nella vicina Slovenia. Un’esordio difficile alla vigilia, con la Russia che pensava di fare la partita contro una nazionale dimezzata da infortuni e con pochi assi nella manica ma che è stata in grado di contenere e fare il gioco contro gli avversari al Bonifika Arena di Capodistria.
69 a 76 per il team di Pianigiani soddisfatto per la prestazione dei suoi che hanno affrontato il match con lo spirito giusti sin dai primi passaggi mettendo nel sacco un punteggio che non rispecchia in pieno il gioco degli azzurri ma che denota lo spirito e la voglia di far bene.

1°QUARTO. L’Italia apre il match con Datome neo capitano visti gli out di Gallinari, Hackett, Bargnani, Mancinelli e Gigli, una tripla di Diener e gli azzurri firmano il +5 (4-9). La Russia (anch’essa priva di elementi importanti come Kirilenko, Kryapa, Kaun, Mozgov e Vorontsevich) tenta di recuperare i nostri con Sokolov e Shved ma le triple di Belinelli e Datome mantengono il distacco (11-18). Un meccanismo perfetto quello dell’Italia con Cusin che sfodera prodezze sia in attacco che difesa permettendo al team di Pianigiani di chiudere la prima frazione di gioco in vantaggio (18-25).

2°QUARTO. La seconda frazione di gioco rispetta gli equilibri della prima, Cusin riesce a contenere Sokolov mentre Datome e Diener continuano a macinare punti sotto canestro. Coach Karasev è costretto a chiedere time-out ma nulla da fare e l’Italia chiude in vantaggio di 13 punti.

3°QUARTO. Gli azzurri continuano ad aumentare il distacco, + 17 (35-52) per i ragazzi di Pianigiani contro una Russia che in ciqnue minuti mette a segno solo tre punti. Un’Italia che macina e chiude la penultima frazione di gioco sul parziale di 42 a 56.

4°QUARTO. I Russi provano a rialzarsi nell’ultima frazione di gioco con Shved che accorcia il distacco dai nostri (49-58) ma è il nostro capitano, con cinque canestri in sequenza, a mantenere le distanze. La Russia si gioca il tutto per tutto con l’Italia che nel finale chiude con tre liberi di Aradori ma che poi lascia spazio agli uomini di Karasev che riescono a ridurre lo svantaggio.

Russia-Italia 69-76 (18-25, 29-42, 42-56)

Russia: Karasev 3, Sokolov 2, Valiev 3, Fridzon 12, Voronov 5, Kulagin, Shved 17, Antonov 8, Monya 13, Khvostov n.e., Savrasenko, Ponkrashov 6. Head Coach V. Karasev

Italia: Aradori 13, Gentile 8, Rosselli, Vitali, Poeta, Melli 2, Belinelli 16, Diener 6, Cusin 6, Datome 25, Magro, Cinciarini. Head Coach S.Pianigiani

(foto: Sport Sky e Sport Mediaset)

Commenti Facebook
By | 2017-05-21T12:12:32+00:00 05/09/2013|Categories: Sport|Tags: , , , |0 Comments

About the Author:

Perla Del Sole
Ventisette anni, laureata in Scienze della Comunicazione, frequento un Master in Lingua, Letteratura e Arte a Lugano. Giornalista pubblicista vivo per i tuffi, il basket e tutte le emozioni che il mondo dello sport è in grado di regalarci.