Eurobasket 2013: L’Italia deve arrendersi alla Slovenia

Pianigiani schiera in campo il quintetto composto da Cusin, Datome, Cianciarini, Aradori e Belinelli. Apre il match Cusin davanti ad un’Arena gremita del pubblico di casa che non smette di incitare i suoi per un secondo. Un match di grande intensità sin dai primi palleggi con Slovenia e Italia che non sono intenzionate a lasciare un solo pallone, amministrano comunque bene gli azzurri con Cusin scatenato che riesce a volare a canestro in schiacciata. Recuperano colpo dopo colpo i padroni di casa con Nachbar che in schiacciata segna il vantaggio, vantaggio che durerà pochi minuti sfumato da una tripla di Cianciarini. Ad 1.36 alla fine del primo quarto, Nachbar fa esplodere il palazzetto con una tripla di Vidmar (14-18), la Slovenia recupera lo svantaggio con una schiaccita a canestro ma Marco Belinelli accorcia le distanze prima della sinera finale e di un altro colpo da maestro di Vidmar che chiude 18 a 21.

Il secondo quarto si apre con il canestro dei padroni di casa con Dragic Zoran che si avvicina agli azzurri (20-21). Prova ad allungare la distanza la squadra ospitante ma l’Italia non molla il match e con Diener e Gentile trova il vantaggio dopo tre minuti di gioco (25-26). Datokme infila una tripla ma è sempre Dragic Zoran che lascia l’Italia a bocca aperta e con un 31 a 29 si arriva a metà del secondo quarto. Tenta di andare via la Slovenia con Begic e Dragic Goran ma Datome riesce a metterci una pezza (36-32). Passo dopo passo, dominca la Slovenia il secondo quarto con l’Italia costretta a rincorrere i padroni di casa e ad accorciare le distanze sui tiri liberi. Gli azzurri rincorrono ma Gentile recupera punti a fine quarto con uan tripla prima del canestro finale di Dragic G. (45-39).

Dopo la pausa lunga, L’Italia torna sul parquet sloveno faticando in difesa, gli animi si scaldano e Blazic commette fallo antisportivo su Aradori che mette a segno due su due ma è con Datome che a tre minuti dall’inizio del quarto, gli azzurri trovano il pareggio (48-48). Dopo un inizio diq aurto in recupero, sono i padroni di casa a fare la partita, a quattro minuti dalla fine, recupera su rimbalzo Dragic G. e segna il +10 per i suoi (58-48). Gentile riesce a tenere corte le distanze ma gli sloveni mantangono il vantaggio e con dieci minuti da giocare il punteggio si ferma 60 a 54.

L’ultimo quarto si apre rispecchiando quello precedente con la Slovenia che si riporta in vantaggio di dieci distanze (64-54) e gli uomini di Pianigiani sono nuovamente costretti a rincorrere. Prima Cusin e poi Gentile provano ad avvicinarsi alla Slovenia (67-61) ma i binco-verdi si tengono vicini ai nostri ragazzi che tentano di ricostruire il vantaggio. Dopociqnue minuti di recupero, l’Italia cede nuovamente al passo avversario che con Lorbek mette a canestro la tripla del 74 a 68. Ci prova l’Italia davanti ad un pubblico dalle grandi occasioni, e con Aradori, a due minuti dalla fine, si riducono le distanze aa tre lunghezze (75-72) ma è Zoran Dragic e far respirare i suoi compagni (77-72). Nulla da fare per Gentile e compagni che pagano i tanti errori commessi in difesa, la Slovenia porta a casa un match difficile che ha visto gli azzurri rimanere in scia dei padroni di casa fino alla fine ma che ha dovuto arrendersi 84 a 77.

SLOVENIA-ITALIA (18-21; 45-39; 60-54; 84-77)
Slovenia: Slokar, Lakovic 2, Balazic 2, Joksimovic 2, Muric 3, Blazic 3, Nachbar 13, Dragic G 22, Dragic Z 15, Lorbek 5, Vidmar 9, Begic 8. All. Maljkovic
Italia: Aradori 10, Gentile 20 , Rosselli, Vitali, Poeta, Melli, Belinelli 11, Diener 5, Cusin 10, Datome 16, Magro, Cinciarini 5 . All. Painigiani

Commenti Facebook
By | 2017-05-21T12:12:27+00:00 12/09/2013|Categories: Sport|Tags: , , |0 Comments

About the Author:

Perla Del Sole
Ventisette anni, laureata in Scienze della Comunicazione, frequento un Master in Lingua, Letteratura e Arte a Lugano. Giornalista pubblicista vivo per i tuffi, il basket e tutte le emozioni che il mondo dello sport è in grado di regalarci.