Europee 2014, sconti sui treni per chi torna a votare

In occasione delle elezioni europee ed amministrative del 25 maggio, la tanto vituperata Trenitalia ha scelto per una volta di farsi voler bene dai tanti viaggiatori italiani. Si apprende dal sito della nostra compagnia di trasporto ferroviario che dal 15 maggio al 4 giugno per i residenti in Italia che si rechino a votare saranno previsti degli sconti. Non basta la precisazione che le agevolazioni sono disponibili solo per la seconda classe dei treni normali e la standard dei Frecciarossa per spegnere l’entusiasmo per questi sconti che fanno sentire considerati gli studenti di tutta Italia, che per una volta possono constatare che si pensa pure a loro. Ma veniamo al dunque, si parla di riduzioni del 70% del prezzo Base per i treni media-lunga percorrenza nazionale (Frecciarossa, Frecciargento, Frecciabianca, Intercity, IntercityNotte e Espressi) e servizio cuccette e del 60% sui biglietti per treni Regionali. E non abbiamo lasciato indietro nessuno, infatti per gli studenti che soggiornano all’estero è prevista la tariffa Italian Elector (viaggi internazionali da/per l’Italia).

Gli studenti che intendono usufruire degli sconti dovranno presentarsi in biglietteria con documento di identità, tessera elettorale ed il timbro dell’avvenuta votazione per il ritorno.

Come usufruire di questa agevolazione? Innanzitutto c’è da dire che questi biglietti speciali possono essere rilasciati solo dalle biglietterie di Trenitalia o dalle agenzie di viaggio autorizzate, quindi niente biglietto online né macchinetta automatica. Questo perché per poter usufruire degli sconti, all’atto dell’acquisto bisognerà esibire: documento di identità, documento/tessera elettorale e la timbratura della tessera elettorale che attesti l’avvenuta votazione, per il viaggio di ritorno. Per tutti quelli che non avessero la tessera elettorale con sé sarà possibile sottoscrivere e presentare in biglietteria una dichiarazione sostitutiva per il viaggio di andata. Per il ritorno invece l’elettore dovrà dimostrare di essere stato un buon cittadino esibendo la tessera elettorale regolarmente vidimata all’acquisto. Per i residenti all’estero la trasferta, sia all’andata che al ritorno, potrà avvenire al massimo un mese prima dell’apertura ed al massimo un mese dopo la chiusura dei seggi, a patto che il viaggio di andata si completi in tempo utile per la votazione. In ogni caso, se avete ancora bisogno di informazioni, troverete tutte le risposte che andate cercando sul sito di trenitalia.

Commenti Facebook

About the Author:

Matteo Macuglia
Ho ventun’anni e mi sto laureando in Scienze Politiche e dell’Amministrazione. Ho una grande passione per la fotografia e per l’attualità politica e sogno di diventare un giornalista.