FameLab, il talent per comunicare la scienza

Torna anche nel 2015 la competizione internazionale per giovani ricercatori scientifici con il talento della comunicazione. È FameLab che dal 2012 vede gli studenti esibirsi per conquistare pubblico e giuria raccontando in 3 minuti e solo una manciata di parole un argomento scientifico che li appassiona.

Le finalità della competizione sono molteplici: tra esse la capacità di rendere popolari le cose difficili senza banalizzarle e di portare gli scienziati a coltivare un’abilità comunicativa estremamente utile a rendere accessibili le attività di ricerca. Abbiamo parlato con Aura Bernardi, direttore organizzativo dell’Immaginario Scientifico che, insieme all’Università, al Comune di Trieste e alla Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati (SISSA), organizza a Trieste la selezione locale di questo talent show.

famelab logo

Trieste è tra le 7 città partecipanti ed è quella che presenta il numero maggiore di concorrenti, cosa significa per il panorama scientifico della città?
Significa che Trieste da quel punto di vista è una città privilegiata, che oltre a disporre di un’ottima Università gode di tutta una serie di enti scientifici presenti sul territorio che producono dei validissimi comunicatori della scienza

Dal 2012 come si è evoluta la competizione?
Nel 2012 è approvata in Italia, esisteva già dal 2005 in Inghilterra. Dal 2012 sono cresciute le città aderenti e sono aumentate le competizioni locali. Comincia ad essere un concorso conosciuto per cui ci sono sempre più giovani decisi a mettersi in gioco.

Quanto è importante conoscere l’inglese per comunicare la scienza?
Per chi fa questo mestiere l’inglese  è la prima lingua. Per quanrto riguarda le selezioni italiane, non è importsantissimo conoscere l’inglese poiché le presentaizoni possono essere fatte in italiano.
Tuttavia, va detto che chi vince a livello italiano dovrà andare a competere in Inghilterra con ragazzi di tutto il mondo e quindi la conoscenza dell’inglese diventa un elemento fondamentale.

L’elaborato dovrà infatti essere presentato in linuga inglese in caso di passaggio alla fase internazionale.
Assolutamente, in Inghilterra tutti i cocncorrenti provenienti da 28 paesi del mondo dovranno fare la presentazione in inglese.

Quanto sono importanti invece le doti comunicative per un ricercatore o uno scienziato?
Sono un elemtno fondamentale. infatti la giuria di FameLab, sia a livello locale che nazionale e internazionale, tiene molto conto dell’aspetto  della comunicazione e anche della capacità di stare sul palco, della teatralità. I ragazzi che abbiano già un po’ di esperienza di teatro  o che siano appassionati di comunicazione sicuramente hanno più chance di vincere.

Ci sono delle lezioni di preparazione alla competizione?
Si assolutamente. A livello nazionale è prevista una masterclass  di due giorni a Perugia ad aprile dove esperti di comunicazione e scienza aiuterranno i ragazzi a sviluppare le proprie capacita comunicative. Ma anche a Trieste abbiamo organizzato un piccolo stage di 4 ore con l’atrtirce Maria Grazia Plos che servirà appunto ai ragazzi a sviluppare la capacità di stare sul palco.

“È un’esperienza che resta importante per quello che il partecipante farà nella sua vita, al di là di questa gara specifica, – conclude con queste parole la Dottoressa Aura Bernardi – perché  anche per scienziati e  ricercatori arriva sempre il momento in cui devono raccontare quello che fanno, presentare le loro ricerche, i loro risultati quindi disporre di una dote comunicativa importante”.

Per poter partecipare a FameLab è necessario studiare o lavorare in ambito scientifico e avere un’età compresa fra 18 e 40 anni. Il termine entro cui iscriversi alle selezioni locali è il 10 febbraio 2015: l’iscrizione si effettua compilando il modulo disponibile sul sito dell’Immaginario Scientifico.
In palio, per i migliori comunicatori, un premio in denaro, la possibilità di partecipare a una masterclass dedicata alla comunicazione scientifica e l’accesso alla competizione nazionale FameLab Italia, che a sua volta dà la possibilità di partecipare alla gara internazionale.
La selezione locale del talent show avrà luogo il 20 febbraio alle ore 9.00 presso il Teatro Miela.

Commenti Facebook
By | 2015-02-05T10:01:40+00:00 05/02/2015|Categories: Magazine, Università|Tags: , , |0 Comments

About the Author: