Federico Buffa racconta le Olimpiadi del 1936

Martedì 15 novembre alle 20.30 debutta al Politeama Rossetti, per il cartellone altripercorsi, Le Olimpiadi del 1936″  uno spettacolo scritto da Federico Buffa, Emilio Russo, Paolo Frusca e Jvan Sica, per la regia di Emilio Russo, Caterina Spadaro e con le musiche di Alessandro Nidi (pianoforte e direzione musicale), Nadio Marenco (fisarmonica) e Cecilia Gragnani (voce).

Federico Buffa, giornalista sportivo e volto noto di Sky, porta in scena la storia dei giochi olimpici del 1936; «un buco nella Storia, un momento in cui tutto sta già succedendo, ma nessuno se ne accorge».
Goebbels, ministro del governo di Hitler, capì per primo che i giochi olimpici a Berlino potevano diventare una grande occasione per la Germania nazista ed è con questa intuizione che convinse Hitler, allora reticente, a candidarsi per mostrare al mondo la superiorità tedesca e il suo prestigio internazionale.

Le Olimpiadi del 1936 furono le prime ad essere trasmesse in televisione, le prime in cui venne impiegato il fotofinish, le prime in cui la torcia olimpica che accese il braciere dei giochi venne portata nello stadio da un tedoforo; le prime in cui un afroamericano, Jesse Owens, vinse quattro medaglie d’oro mettendo in imbarazzo il mondo e la sua apatia verso le ideologie naziste.

Per l’occasione il Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia e Alma Pallacanestro Trieste organizzano un
incontro con Federico Buffa mercoledì 16 novembre alle ore 18 nell’atrio del Palatrieste.

Commenti Facebook

About the Author: