Ferentino uno, Acegas zero

Nulla da fare per l’Acegas di mister Dalmasson che nella prima gara, valida per la qualificazione in Legadue, viene sconfitta dal FMC Ferentino per 58 a 72. Una partita bella da vedere, in cui i triestini riescono a tenere testa afìgli avversari nei primi due quarti ma che poi dimostrano le loro debolezze in fase di attacco non riuscendo a realizzare in più di una occasione. La partita è la prima delle cinque previste dal calendario in cui passerà in Legadue la formazione che vincerà tre incontri, il prossimo è in programma domenica al PalaTrieste alle ore 18.
Trieste mette in campo Ruzzier, Mastrangelo, Moruzzi, Ferraro e Gandini e Ferentino risponde con Guarino, Carrizo, Marcante, Ihedioha e Iannuzzi.
Nel primo quarto l’Acegas tiene in mano le redini dell’incontro con Mastrangelo che porta in panchina undici punti e vola prima sul più 3 (15-12) e poi sul più 4 (19-15).
Il secondo periodo vede nuovamente protagonisti i triestini che provano ad allungare le distanze raggiungendo il massimo vantaggio sul +9 con Maganza (28-19). A metà del quarto Ferentino accorcia le distanze e sul 32 a 27 prende il largo impedendo a Trieste una rimonta. Dalmasson prova a chiamare timeout ma i laziali sullo scadere di tempo trovano il pareggio, 34-34.
Dopo la pausa lunga, Ferentino sembra più carico di prima e comincia ad allungare le distanze sul più 5, con Zaccariello, che mette a segno ben 5 punti, l’Acegas si riavvicina agli avversari riportandosi in parità (43-43) ma i laziali si riportano nuovamente in vantaggio (46 a 51) con i padroni di casa che provano ad accorciare le distanze e chiudono il quarto 49-53.
Nell’ultimo quarto Ferentino prende ottiene il massimo vantaggio sul 51 a 61 con Trieste che non riesce a sfruttare le palle perse dagli avversari ed accorcia le distanze di sette punti (58-65) concedendo agli avversari di chiudere il match 58-72.

Commenti Facebook
By | 2017-05-21T12:16:36+00:00 19/05/2012|Categories: Sport|Tags: , , , |0 Comments

About the Author:

Perla Del Sole
Ventisette anni, laureata in Scienze della Comunicazione, frequento un Master in Lingua, Letteratura e Arte a Lugano. Giornalista pubblicista vivo per i tuffi, il basket e tutte le emozioni che il mondo dello sport è in grado di regalarci.