Gallinari KO: a rischio play-off ed Europei

Danilo Gallinari abbandona il Pepsi Center di Denver con largo anticipo rispetto ai compagni e, ancora peggio, lo fa su una sedia a rotelle dopo aver rimediato un brutto infortunio. In un attimo, crollano molte delle certezze sui cui si fondavano le ambizioni dei Nuggets, che tra poco più di 10 giorni si avventureranno nella post-season Nba ad Ovest, e soprattutto quelle della nazionale azzurra, la quale ha in Gallinari uno dei suoi punti di riferimento in vista degli Europei sloveni di settembre.

I tre azzurri dell'NBA: Gallinari potrebbe non unirsi ai compagni per gli Europei di settembre

I tre azzurri dell’NBA: Gallinari potrebbe non unirsi ai compagni per gli Europei di settembre

Il match contro i Mavericks era iniziato nel migliore dei modi per la stella azzurra, con 9 punti, 1 rimbalzo ed 1 assist in 16′. Tutto lasciava presagire ad un’altra prestazione maiuscola dell’ala ex Olimpia Milano, che si preparava a puntellare la sua media realizzativa stagionale di 16,3 punti a partita, che da sola testimonia la sua miglior annata in carriera. Ad interrompere bruscamente i sogni di gloria del “Gallo” e dei suoi tifosi, l’episodio accorso a 4’27” dal riposo lungo: Gallinari punta Nowitzki sul perimetro e sceglie la penetrazione; arriva l’aiuto di Darren Collison che costringe l’azzurro a modificare la sua azione e a perdere per un decimo di secondo l’equilibrio, una contingenza fatale perché il “Gallo” appoggia male il piede sinistro sul parquet e il suo ginocchio ruota in modo innaturale. Il grido di dolore dell’ala di Sant’Angelo Lodigiano fa tremare il Pepsi Center che dopo un urlo di sgomento si zittisce. La stella dei Nuggets resta a lungo a terra e si rialza solo con l’aiuto dello staff medico di Denver, per poi abbandonare il palazzetto tra gli applausi, con l’ausilio di una “carrozzella”.

Le speranze dei tifosi del Colorado e dell’Italia si aggrappano alle parole post-match di coach Karl: «Non posso negarlo, non sembra una cosa da poco, però a volte le prospettive cambiano. Un paio di anni fa ho visto una situazione simile con Nene, tutto faceva presagire un infortunio serio e invece la risonanza magnetica evidenziò soltanto una distorsione, speriamo accada la stessa cosa con il Gallo». Il timore è che si tratti del legamento crociato anteriore, che se rotto costringerebbe l’azzurro ad uno stop che potrebbe durare fino a 6 mesi, precludendogli ogni possibilità di guidare la nazionale italiana agli Europei che si terranno in Slovenia dal 4 al 22 settembre 2013. In giornata è atteso il responso della risonanza magnetica, a fan ed appassionati non resta che incrociare le dita. Per la cronaca, Denver ha battuto Dallas 95-94, siglando la 19.a affermazione consecutiva davanti al proprio pubblico. Una vittoria a dir poco amara.

Commenti Facebook
By | 2017-05-21T12:15:29+00:00 05/04/2013|Categories: Sport|Tags: , , , , |0 Comments

About the Author: