Giuseppe Fiorello porta Modugno al Rossetti

Uno spettacolo atteso Penso che un sogno così – in scena al Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia da giovedì 19 a domenica 22 dicembre – che segna il debutto a trieste di un artista celebre e molto amato come Giuseppe Fiorello, capace di attraversare con intensità e uguale talento il mondo del cinema, della fiction e ora anche del teatro. Teatro in cui fonde racconto, autobiografia e musica, canto, con molta versatilità.

Giuseppe Fiorello interpreta Domenico Modugno.

Ne darà dimostrazione pienamente in Penso che un sogno così di cui è coautore assieme a Vittorio Moroni: uno spettacolo che non ha a che fare con la fiction da record che lo ha visto protagonista su Rai Uno lo scorso anno incarnando Domenico Modugno. In Penso che un sogno così, la sostanza è molto diversa: le canzoni di Modugno sono soltanto una “colonna sonora” per raccontare la storia dello stesso Giuseppe Fiorello, della sua famiglia, per attraversare i suoi ricordi e le emozioni di un ragazzo che è partito da un sogno ed è arrivato ad essere un grande artista.

«Modugno per me non è stato solo una storia da raccontare o un personaggio da interpretare, ma la possibilità di ritrovare un tempo lontano rimasto sempre dentro di me» spiega infatti Giuseppe Fiorello.«In questo spettacolo – continua – salgo a bordo del deltaplano delle canzoni di Domenico Modugno e sorvolo la mia infanzia, la Sicilia e l’Italia di quegli anni, le facce, le persone, vicende buffe, altre dolorose, altre nostalgiche e altre ancora che potranno sembrare incredibili.Attraverso questo viaggio invito i protagonisti della mia vita ad uscire dalla memoria e accompagnarmi sul palco, per partecipare insieme ad un avventuroso gioco di specchi».

In quest’avventura sul palcoscenico Giuseppe Fiorello è accompagnato da Giampiero Solari, regista di grande esperienza e forza inventiva e da Daniele Bonaviri e Fabrizio Palma che eseguiranno le musiche dal vivo.

Commenti Facebook

About the Author:

Enrico Matzeu
Direttore artistico di Taglia Corti. Scrive di moda, costume, design e tv per molte testate on-line e commenta la televisione ogni sabato su Rai Tre a TvTalk.