Gli Afterhours in primavera nel Triveneto

Un tour che celebra quello che viene dai più considerato come il miglior album della scena rock indipendente degli ultimi 20 anni. Gli Afterhours, che firmarono nel 1997 il disco Hai Paura del Buio?, annunciano oggi per l’inizio del 2014 un tour di nove concerti, che vedrà la sua unica data nel Triveneto sabato 22 marzo, alla Supersonic Musica Arena di San Biagio di Callalta (Treviso) che, dopo i concerti di Blue e Guè Pequeno, si conferma come punto di riferimento per gli amanti della musica dal vivo.

Gli Afterhours.

I biglietti (prezzo unico a 22 Euro più diritti di prevendita) per l’importante appuntamento, prodotto da Live Nation e organizzato da N.M.C Srl e Azalea Promotion, saranno disponibili a partire dalle 10.00 di venerdì 20 dicembre online su Ticketone.it e nei punti autorizzati Azalea Promotion. Un concerto che vedrà riproposto interamente questo disco capolavoro, descritto con la consueta grinta da Manuel Agnelli, voce e chitarra del gruppo: “Abbiamo deciso di fare festa con tutti quelli che questo disco l’hanno amato e continuano ad amarlo e risuonarlo per la prima volta per intero dal vivo, seguendo la scaletta originale, arrangiato così come lo suonavamo nell’anno di uscita. Ad un anno di distanza dal nostro ultimo vero tour – conclude Agnelli – abbiamo una gran voglia di rincontrarvi e spaccarvi il c..o”.

Gli Afterhours, band indie rock italiana, nascono a Milano nella seconda metà degli anni ottanta. Le maggiori influenze della loro musica derivano da Velvet Underground e Television. Il 1990 è un anno importante per la band, che vede la pubblicazione del primo album “During Christine’s Sleep”, caratterizzato da atmosfere introspettive e sofferte, capace di attirare da subito l’attenzione della comunità rock italiana. Il secondo lavoro è “Pop Kills Your Soul” (1993), che contiene alcune tracce successivamente riprese, tradotte ed incluse nel terzo album, quello della svolta, intitolato “Germi”, del 1995, primo disco in italiano della band. In “Germi” emergono chiaramente le caratteristiche tipiche che faranno la fortuna della band: suono diretto, talvolta con inaspettate aperture melodiche, talvolta squisitamente punk, ispirazioni noise, psichedeliche, post-punk e post-grunge. A distanza di due anni, nel 1997, la band produce quello che molti considerano il loro capolavoro: “Hai paura del buio?”. In esso converge la furia hardcore, il pop melodico, la sperimentazione, il grunge deciso, l’hard rock e ballate acustiche. In mezzo anche tante distorsioni psichedeliche. Nel 2013 l’album “Hai paura del buio?”, dopo essere stato insignito da una giuria di giornalisti come miglior disco indipendente degli ultimi 20 anni, ha vinto anche la classifica di preferenza degli album italiani degli ultimi 15 anni in un referendum tra il pubblico. Nella primavera del 2014 uscirà per Universal l’edizione speciale del disco, rivisitato dagli Afterhours assieme a grandi nomi della scena italiana e internazionale. A questo importante appuntamento seguirà dunque il tour promozionale che arriverà in esclusiva triveneta alla Supersonic Music Arena il prossimo 22 marzo.

Commenti Facebook
By | 2013-12-19T15:45:51+00:00 19/12/2013|Categories: Cultura e spettacoli, Musica|Tags: , , |0 Comments

About the Author:

Enrico Matzeu
Direttore artistico di Taglia Corti. Scrive di moda, costume, design e tv per molte testate on-line e commenta la televisione ogni sabato su Rai Tre a TvTalk.