Goran Bregovic a Grado

La magia della musica internazionale di qualità ritorna sulla Diga Nazario Sauro di Grado per il quarto e ultimo appuntamento di una memorabile 8°edizione del Grado Festival Ospiti d’Autore. Dopo aver danzato al ritmo soul di Nina Zilli, assaporato la carica rock di John Illsley nella serata tributo ai Dire Straits e toccato il “cielo d’Irlanda” con la classe e la raffinatezza unici di Fiorella Mannoia, venerdì 17 luglio sarà la volta del ritmo e del calore balcanico di Goran Bregovic, icona mondiale del genere balkan, che incanterà il pubblico del Grado Festival con l’unica tappa in Friuli Venezia Giulia del suo nuovissimo e travolgente spettacolo dal titolo “If You don’t go crazy You are not normal”. Il concerto, come tutto il cartellone dell’edizione 2015, è organizzato da Zenit srl, in collaborazione con il Comune di Grado e la Regione Friuli Venezia Giulia.

Bosniaco, classe 1950, Goran Bregović è nato a Sarajevo da padre croato, membro dell’Armata Popolare Jugoslava, e madre serba.  Una star conosciuta e stimata in tutto il globo, grazie anche alle sue celebri produzioni musicali per il cinema e alla collaborazione con il grande regista Emir Kusturica, che arriverà dunque venerdì al Grado Festival per chiudere in bellezza questa grande 8° edizione. If You don’t go crazy You are not normal, questo il titolo dello spettacolo che di per sé è già un programma, uno spettacolo vivo e dalla grande energia, che sta conquistando in questa estate 2015 le arene e i festival di tutta Europa e del mondo. Sul palco Bregovic proporrà un repertorio capace di spaziare dai suoi primi grandi successi, agli ultimi celebrati album “Alkohol” e “Champagne for Gypsies”, aggiungendo anche qualche anticipazione di brani del nuovo disco in uscita il prossimo anno. Goran Bregovic sarà accompagnato sul palco dalla sua storica formazione, la Wedding & Funeral Band (fiati, percussioni e voci bulgare). Un concerto travolgente che unirà le sonorità di una fanfara tzigana, le polifonie tradizionali bulgare, una chitarra elettrica e percussioni tradizionali con accentuazioni rock, dando vita ad una musica che diventa immediatamente riconoscibile e alla quale il pubblico difficilmente saprà resistere.

Commenti Facebook
By | 2015-07-16T18:24:38+00:00 16/07/2015|Categories: Magazine|Tags: , |0 Comments

About the Author:

radioincorso
La web radio degli studenti dell'Università di Trieste. Collabora anche tu!