Graduation Day 2015, per festeggiare i dottorandi come negli USA

Giovedì alle 9 si è tenuta una nuova cerimonia di stampo decisamente statunitense che ha visto nel Campus di Piazzale Europa gli studenti appena dottorati ricevere i Diplomi di dottorato assieme ai più sentiti incoraggiamenti da parte delle personalità presenti alla cerimonia: il Graduation Day. Oltre al Rettore Maurizio Fermeglia che ha commentato, commosso, l’importanza della giornata e del conseguimento di un  titolo del genere che porta sempre in alto il nome dell’Università non solo in Italia ma nel mondo intero, hanno partecipato anche il Sindaco Roberto Cosolini, che ha spinto i giovani neolaureati  sì a confrontarsi col mondo all’estero ma, anche, a impegnarsi nelle realtà locali per sfruttare le infinite potenzialità del nostro territorio. Anche l’assessore regionale Loredana Panariti e quello provinciale Adele Pino si sono mostrate commosse per il contesto e per la possibilità che la giornata aveva concesso non solo all’Università, ma anche agli stessi studenti di mettersi in luce e rendersi conto della fine di un’era che apriva, però, numerose possibilità “là fuori”. La Lectio Magistralis della cerimonia è stata tenuta dal Professore ordinario di Filosofia e Teoria Politica presso l’Università di Monaco Julian Nida-Ruemeln (già Ministro di Stato per la cultura e i media in Germania) sul tema “Ecco cosa dovremmo temere. Appello per un nuovo umanesimo.”

IMG_6149_3

 

La cerimonia si è poi conclusa con il Coro dell’Università di trieste che ha intonato senza esitazione il Gaudeamus Igitur nonostante il vento e la posizione rendessero l’esecuzione non delle più facili per un coro, e con l’iconico lancio del tocco che ha segnato con un liberatorio lancio in aria del proprio accessorio accademico l’uscita dal mondo accademico e l’ingresso nel misterioso mondo del lavoro. Gli studenti si sono mostrati contenti di avere finalmente la possibilità di concludere anche il terzo livello di educazione accademica con un evento che premiasse e rendesse giustamente visibile il loro impegno e la loro fatica che, nel corso dei tre anni precedenti hanno votato alla Ricerca e alla struttura universitaria, non senza sacrifici importanti sia da parte loro che da parte delle loro famiglie.

Commenti Facebook
By | 2017-05-05T00:12:40+00:00 22/06/2015|Categories: Università|Tags: , , , , |0 Comments

About the Author:

radioincorso
La web radio degli studenti dell'Università di Trieste. Collabora anche tu!