Grillo a Trieste per il Firma Day

Noi siamo l’antitesi”. Si rivolge così Beppe Grillo al pubblico che ieri sera ha affollato Piazza Borsa – in centro a Trieste – in occasione del Firma Day, la raccolta di firme organizzata dal Movimento 5 stelle per potersi iscrivere alle prossime elezioni. Grillo sta infatti girando tutta Italia in una sorta di corsa contro il tempo, avendo ancora circa tre settimane per raggiungere il numero sufficiente di adesioni per la presentazione delle liste elettorali del movimento, in vista delle elezioni politiche del 2013.

Davanti a duemila persone, il leader di quello che secondo i sondaggi sarebbe il secondo partito d’Italia, ha tenuto un discorso in cui si è schierato apertamente contro l’intero Parlamento: «Loro vogliono l’acqua privatizzata, noi vogliamo l’acqua pubblica. Loro vogliono la scuola privata, noi la scuola pubblica. Loro voglio la sanità privata, noi invece la sanità pubblica. Loro vogliono il cemento e noi siamo per il cemento zero. Dobbiamo riconvertire quello che c’è già!”. L’antitesi, appunto.

Gli organizzatori sostengono sia stato un successo: sono state raccolte infatti 1400 firme. Grillo nella stessa giornata ha toccato anche gli altri capoluoghi di provincia della regione – quindi Udine, Pordenone e Gorizia – raggiungendo un totale di 3500 adesioni. L’obiettivo minimo da raggiungere, per quanto riguarda il Friuli Venezia Giulia, è di 4500. La missione non sembra poi così impossibile.

Commenti Facebook
By | 2012-12-17T13:47:41+00:00 17/12/2012|Categories: Politica|Tags: , , , , , |0 Comments

About the Author:

Simone Firmani
Ho 25 anni, una laurea specialistica in Scienze Politiche e sono giornalista pubblicista. Seguo l'evoluzione dell’informazione multimediale, ho una passione morbosa per il punk rock, un passato da cestista e un futuro ancora tutto da scrivere. Il presente? È qui, su Radioincorso.it.