Grisù Giuseppe e Maria arrivano in Sala Bartoli

Appuntamento da mercoledì 19 a sabato 22 marzo con Nicola Pistoia e Paolo Triestino, che ritornano in scena allo Stabile regionale protagonisti di Grisù, Giuseppe e Maria di Gianni Clementi. Si ride molto e si riflette su un’Italia povera ma piena di speranza.

Un affresco caldo e nostalgico di un’Italia che non c’è più: un’Italia povera dove le difficoltà oggettive di vita si affrontavano ancora con speranza e tanta voglia di “rimboccarsi le maniche”, anche se questo significava infilare i propri pochi oggetti in una valigia di cartone, salutare i propri cari e cercare fortuna lontano, per fare ritorno chissà quando…
Muratori, Ben Hur, lo scorso anno Trote… Paolo Triestino e Nicola Pistoia hanno portato allo Stabile regionale allestimenti di ottimo spessore: testi interessanti, interpretazioni godibilissime ed il pubblico ha imparato ad amare e a fidarsi del loro teatro: lo dimostra l’accoglienza ricevuta dal loro Grisù, Giuseppe e Maria, praticamente “esaurito” ad ogni replica.
La chiave di lettura attraverso cui Pistoia e Triestino interpretano la realtà contemporanea li rende capaci di toccare argomenti delicati e attuali (negli anni scorsi l’integrazione, lo sfruttamento, la malattia) e di trattarli con squisita sensibilità. Ciò non proibisce loro però di regalare al pubblico anche grandissimo divertimento.
Gag, battute, interpretazioni calibrate al respiro, un’intesa che in scena diventa tangibile e un gusto – ormai raro – per far ridere tanto, ma attraverso meccanismi intelligenti e mai volgari: sono queste le loro “armi” vincenti, assieme alla scelta di sempre efficaci testi contemporanei.

 

Commenti Facebook
By | 2014-03-18T16:53:05+00:00 18/03/2014|Categories: Magazine|Tags: , , , |0 Comments

About the Author:

Marta Zannoner
Prima o poi la troverò una frase accattivante da scrivere. Forse.