Hokusai, Gakutei, Shinsai e le stampe giapponesi

È aperta al pubblico dal 24 marzo al 15 aprile 2012 la mostra “Hokusai, Gakutei, Shinsai… Le stampe giapponesi di Frank Lloyd Wright” ospitata dal museo Revoltella di Trieste. I settantacinque esemplari della collezione di Surimono provenienti dalla Frank Lloyd Wright Foundation di Scottsdale, in Arizona, arrivano al museo triestino dopo la mostra ideata da Casabella Laboratorio a Milano lo scorso dicembre.

Surimono, in giapponese, significa “oggetto dipinto”. Caratterizzato dall’intreccio tra raffigurazione e scrittura, esso rappresenta la forma più raffinata dell’arte della stampa giapponese. L’importante patrimonio, scoperto a 30 anni dalla scomparsa dell’architetto, contava inizialmente 700 esemplari tra i quali sono stati scelti, in occasione dell’esposizione, i 75 più significativi. Frank Lloyd Wright (1867-1956) iniziò ad interessarsi all’arte del Giappone alla fine dell’800 e iniziò ad essere considerato, dall’inizio del ‘900, come uno dei più abili e perspicaci collezionisti di stampe giapponesi.

La mostra, ideata da Casabella Laboratorio, che ha collaborato anche all’iniziativa triestina, gode del patrocinio del Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della provincia di Trieste. L’allestimento e la grafica sono a cura di Tassinari/Vetta. Sponsor tecnico Unifor.

Commenti Facebook
By | 2017-02-12T16:31:25+00:00 26/03/2012|Categories: Cultura e spettacoli|Tags: , , |0 Comments

About the Author: