Holloway re del parquet, Agrigento torna a casa sconfitta

Per questa nona giornata del girone di andata, a Trieste arriva una squadra compatta come quella di Agrigento, matricola terribile già in grado di portarsi a casa cinque vittorie nelle precedenti giornate. Occhi puntati sulla punta di diamante dei siculi, Penndarvis Williams,americano classe ’91 dal nome improponibile ma dalle spiccate doti offensive (poco meno di 15 punti ad allacciata di scarpe per lui).

Mani ghiacciate per i padroni di casa in avvio, che fanno registrare un 35% complessivo dal campo. Agrigento, tuttavia, non ne approfitta pienamente, complice qualche sbandamento offensivo contro la difesa di casa, che lascia spesso arrivare gli ospiti fino al ferro. Dalmasson gioca la carta Marini, ma il copione del quarto precedente si ripresenta, anche se lo spettacolare alley­-oop tra Tonut e Holloway sembra poter caricare la squadra giuliana: le percentuali dalla media sono agghiaccianti e gli ospiti trovano spesso la via del canestro, indisturbati. Holloway e Prandin però ci credono e infilano il canestro agrigentino con continuità, da due e da tre, tenendo i loro in partita: a metà gara è 33 a 35. La manciata di minuti passata in spogliatoio evidentemente giova ai padroni di casa, che trovano nuove energie nella metà campo offensiva, con Holloway ancora protagonista, ben coadiuvato da Issiah “Lazzaro” Grayson, ritrovato nelle ultime due partite. Piazza però non ci sta, e continua a non far mancare il suo apporto alla Fortitudo in entrambe le metà campo. Marini decide che è arrivato il momento di splendere e piazza due bombe di fila, che consentono l’allungo di Trieste sul 54 a 44.

Trieste trova maggiore fluidità in attacco a inizio ultimo quarto, intervallata solo da una breve parentesi a vuoto in stile “Tonut versus il globo” ma i siciliani, complice anche qualche fischio rivedibile della terna in grigio, rientrano a ­4 a un minuto e mezzo dalla fine. Trieste resiste e conquista una vittoria importante: al PalaRubini finisce 75 a 70 in favore dei padroni di casa.

 

PALLACANESTRO TRIESTE – MONCADA ENERGY GROUP AGRIGENTO 75­-70 (15­-18, 33-­35, 54­-44)

TRIESTE: Fossati M., Norbedo M. n.e., Tonut S. 6, Zidaric S. n.e., Mastrangelo D. 5, Norbedo G. n.e., Grayson I. 8, Candussi F. 12, Carra M., Marini L. 8, Holloway M. 26, Prandin R. 10. All. Dalmasson E.

AGRIGENTO: Napoli D. n.e., Vai F. 2, Evangelisti M. 6, Williams P. 14, Chiarastella A. 4, De Laurentiis Q. 2, Saccagi A. 20, Piazza A. 10, Udom M. J. 2, Dudzinski D. 10. All. Ciani F.

Arbitri: Ursi S., Vanni Degli Onesti G., Volpe V.

Commenti Facebook
By | 2014-11-24T00:40:39+00:00 24/11/2014|Categories: Magazine, Sport|Tags: , , |0 Comments

About the Author:

Joel Cociani
Nato a Trieste nell'88, sono italiano e francese. Studio per diventare un interprete, ma il mondo del giornalismo mi ha sempre affascinato, se non altro perché è una scusa per poter fare il rompiscatole senza dovermi giustificare.