Homepage Festival, inaugurazione rimandata a metà giugno

L’immagine di Stone Love.

Il clima e le piogge intense di questi ultimi giorni hanno giocato un brutto tiro alla serata di apertura della sesta edizione prevista per il 31 maggio al Parco del Cormor, con l’atteso live di Amari, Alfabox, Funkabit.  Ma Homepage Festival 2013 non molla, e rinvia la serata al 14 giugno: “abbiamo deciso di rinviare la data anziché spostarla in una location al coperto per non pregiudicare la gratuità dell’evento, cifra caratteristica del nostro evento”, si legge nella nota inviata alla stampa – lo staff dà appuntamento al suo pubblico la prossima settimana, venerdì 7 giugno, con un calendario ricchissimo di eventi e musica live.  

Rimane invece confermata la serata di sabato 1 giugno targata Zion Gate Reggae Festival, iniziativa di cui sono promotori e organizzatori Northern Lights con Red Storm col patrocinio di Rototom Sunsplash e la collaborazione di Homepage 2013, che rilancia con 5 serate tutta l’energia della dancehall. La prima serata dello Zion Gate Reggae Summer vedrà come protagonista l’artista Stone Love chiamato dalla Giamaica per festeggiare gloriosamente a Udine il tributo ai 14 anni di dancehall in FVG targati Northern Lights. L’eccezionalità dell’evento, che potrà contare anche sui Dj Set di Northern Lights, Red Storm e Delly, fa sì che questo appuntamento rimanga confermato e che, in caso di maltempo, possa svolgersi regolarmente presso la struttura al coperto del Bar Cous Cous (PalaCus) di Via Delle Scienze 100, a Udine.

Ecco di seguito qualche anticipazione sul programma di Homepage Festival della prossima settimana.  Sul fronte musicale, venerdì 7 giugno, a partire dalle ore 21:00 a salire sul palco del Parco del Cormor ci saranno i Rumatera, fenomeno tutto italiano che ha radici nella più profonda pianura veneta, venerato dal pubblico di tutto lo stivale. A riprova delle loro origini i Rumatera cantano in veneto e raccontano con una miscela di rock della west coast americana, sprazzi di Green Day, Blink182 e omaggi a AC/DC, storie di vita vissuta.
Di scena anche i W.I.N.D, trio rock blues nostrano, udinese, attivi da oltre dieci anni, con centinaia di concerti in Europa, collaborazioni di lusso (Alvin Youngblood Hart e Johnny Neel, ex Allman Brothers Band) e live al Pistoia Blues Festival.  A Homepage 2013 presenteranno ufficialmente il loro sesto album, “Temporary Happiness”,  e proporranno la loro personale lezione di rock con incursioni nel blues e nel soul.
Hanno geni brit-rock mescolati al punk e al più classico rock’n’roll dei Sessanta invece i friulani The Moon. Di casa tra Gemona e Udine, il quartetto composto da Spino, Charles, Den e Piotre ha all’attivo l’album Lunatics e il videoclip Rose In The Land Of Tears dove trionfano chitarre, voci e armonie orchestrate in pieno stile ’90. Sempre al Parco del Cormor venerdì 7 giugno il programma di arti visive prevede l’apertura della mostra  “Switch me off” di Debora Vrizzi dentro la casetta ecologica di Edra, insolita galleria d’arte sul prato verde. Sul fronte dei workshop, è in programma il recupero della lezione A Quattro Zampe organizzata in collaborazione con l’Associazione Bim Bum Bau FVG con esercizi sull’interazione uomo-animale. Il calendario delle conferenze, fiore all’occhiello di Homepage Festival 2013, offrirà per venerdì 7 giugno l’incontro “Essere senza tempo. La società della fretta” con il giovane filosofo Diego Fusaro, fondatore e direttore di uno dei principali siti italiani di Filosofia (“La filosofia e i suoi eroi”, www.filosofico.net), vero e proprio punto di riferimento per il dibattito filosofico on-line. Sarà mediatore Gabriele Giacomini. L’appuntamento è fissato per le ore 19:30 a Corte Morpurgo, nuovissima e suggestiva location scelta da Homepage 2013 grazie al patrocinio col Comune di Udine.

Calendario e orari di tutte le attività di Homepage 2013 è su www.homepagefestival.com, su www.facebook.com/homepagefestival, https://twitter.com/hpfestival.

Commenti Facebook
By | 2013-06-01T09:37:47+00:00 01/06/2013|Categories: Musica|0 Comments

About the Author:

Marta Zannoner
Prima o poi la troverò una frase accattivante da scrivere. Forse.