I 5 migliori siti per esperienze all’estero

Avrete sicuramente finito la sessione di esami anche quest’anno e finalmente l’estate è arrivata. Per alcuni questo vuol dire vacanze, per altri invece è un promemoria al fatto che prima o poi il mondo del lavoro verrà a bussare alla vostra porta. Qualsiasi sia l’opzione più adatta a voi dovete riconoscere che un’esperienza all’estero è oggi giorno d’obbligo, se non per distinguervi al vostro prossimo colloqui di lavoro, almeno per vedere come gira il mondo oltre le Alpi.

I modi per visitare un Paese straniero accrescendo le vostre doti personali sono innumerevoli: esistono programmi di vacanze studio all’estero e altri che invece vi offrono esperienze lavorative di vario genere per brevi periodi. Noi abbiamo raccolto per voi i cinque migliori siti da utilizzare per fare questo genere di progetti.

1. Uno dei metodi più diffusi per fare soggiorni di breve durata all’estero sono i corsi di lingue, ma se partire con viaggi organizzati vi sembra essere troppo costoso vi suggeriamo di visitare linguenelmondo.com. Qui potete trovare le informazioni su scuole e corsi di 13 lingue in oltre 30 paesi sparsi in tutti e 5 i continenti, selezionati per voi da i creatori della piattaforma. Lingue nel Mondo fa parte di Ialca – Associazione Italiana Agenti e Consulenti Linguistici e di Felca – Federation of Education and Language Consultants Association.

2. Se il vostro scopo non è solo quello di migliorare l’abilità linguistica, ma preferite contesti più dinamici allora dovreste tenere sempre d’occhio le proposte di scambinternazionali.it. Si tratta di un sito completamente diverso, che propone scambi europei disponibili anche come corsi di formazione. Solitamente vengono proposti corsi intensivi che non superano le due settimane, ma se sarete selezionati per partecipare ai progetti le spese che dovrete affrontare saranno ridotte al minimo.

3. Una buona via di mezzo, se non avete molti fondi a vostra disposizione, ve la offre www.holidaysempire.com che propone viaggi di studio e lavoro all’estero con cui, lavorando dopo le prime settimane intensive del corso di lingua, avrete la possibilità di recuperare i soldi spesi e di mettere in pratica quanto imparato. Spesso sono lavori quali camerieri o baristi, ma la durata supera raramente i due mesi.

4. Se volete passare all’estero periodi ben più lunghi e venire a contatto con la realtà del luogo vi consigliamo invece un esperienza come ragazzo/a alla pari. Una delle migliori piattaforme per questo genere di scambi è aupairworld.com dove sono presenti offerte sempre aggiornata, e le condizioni di lavoro “alla pari” nei vari Paesi sono illustrate in maniera molto approfondita. Inoltre con il programma di scambio alla pari di questa piattaforma è previsto anche che frequentiate un corso di lingue nel Paese in cui soggiornerete.

5. Nessun corso di lingua invece su www.scambieuropei.info attraverso il servizio volontario europeo, ma veri stage o tirocini formativi. Se avrete la costanza di verificare spesso il sito potrete trovare annunci che partono dalla BBC e arrivano fino agli asili nido della Commissione europea.

Commenti Facebook
By | 2015-07-20T10:55:49+00:00 20/07/2015|Categories: Giovani e società, Magazine|Tags: , , , |0 Comments

About the Author:

Chiara Zanchetta
In testa un uragano di idee, in tasca due lauree in Comunicazione. Nella vita? Chi lo sa