I Deep Purple in studio per un nuovo disco

La notizia che i fan dei mitici DEEP PURPLE stavano aspettando con trepidazione sembra trovare una prima conferma: il nuovo album in studio della band britannica uscirà ad aprile 2013, con la produzione di Bob Ezrin, il primo disco a distanza di otto anni dal fortunato Rapture of the Deep.

La rock band Deep Purple.

Una notizia che i fan italiani della band apprezzeranno particolarmente, in attesa di vederli quest’estate dal vivo a Vigevano, Roma e, per l’unica data di tutto il Nordest, al Festival di Majano, il 24 luglio. L’evento è organizzato da Azalea Promotion e Pro Majano, in collaborazione con la Regione Friuli Venezia Giulia e Barley Arts, e  inserito nella promozione “Music&Live” realizzata dall’Agenzia TurismoFVG, che permette a chi soggiorna in regione di ricevere il biglietto in omaggio.

Già nello scorso maggio era stato lo stesso chitarrista della band, STEVE MORSE, a rilasciare importanti anticipazioni alla rivista Glide, in merito allo stato dei lavori del nuovo album in cantiere: “Stiamo scrivendo, l’album lo produce Bob Ezrin che ha fatto Kiss, Pink Floyd, Peter Gabriel, Alice Cooper e aveva anche lavorato su un album dei Kansas quando ancora ero nei Kansas. E’ uno dei miei produttori preferiti”. A fornire qualche particolare in più ci ha pensato nelle scorse ore il cantante IAN GILLIAN, intervistato da Classic Rock, che ha rivelato addirittura i titoli di alcune delle canzoni incluse in questo nuovo lavoro: Out of Hand, Hell to Play, Weirdistad, Uncommon Man, Above an Beyond. Speciale proprio quest’ultima, che rappresenta un omaggio appassionato a JON LORD, il grande tastierista scomparso nello scorso luglio, ricordato nel passaggio “Souls having touched are forever entwined”. Ancora misterioso invece il titolo dell’intero album, come confermato ancora dallo stesso Gillan “Il titolo è un grosso punto interrogativo, per ora“.

Saliti alla ribalta nei primi anni settanta, assieme ad altri gruppi leggenda come Black Sabbath e Led Zeppelin, i Deep Purple hanno consegnato alla storia album divenuti autentici capolavori, come ad esempio Machine Head del 1972, con al suo interno il brano Smoke on the Water, in assoluto il riff di chitarra più famoso della storia della musica rock. Con questo nuovo album e tour la band torna dunque ad esibirsi da vivo, un’occasione unica per ascoltare una realtà che da sempre unisce un pubblico transgenerazionale, grazie ad un sound che ha saputo mischiare influenze blues, rock, funky, jazz e folk.

Commenti Facebook
By | 2012-12-12T17:54:43+00:00 12/12/2012|Categories: Musica|Tags: , , , , , |0 Comments

About the Author:

Enrico Matzeu
Direttore artistico di Taglia Corti. Scrive di moda, costume, design e tv per molte testate on-line e commenta la televisione ogni sabato su Rai Tre a TvTalk.