I lavoratori della rete si riuniscono per la prima volta

La community che aggrega i lavoratori della rete su wwworkers.it si incontra a Bologna per due giorni di plenarie, laboratori, barcamp e speech, durante i quali si parlerà delle nuove professioni della rete e di economie digitali.

È ora che il Governo prenda in considerazione la parte di Italia che vive e lavora in rete.

Bologna sarà allora il palco che ospiterà mercoledì 8 e giovedì 9 maggio, nell’Auditorium Enzo Biagi, il Wwworkers Camp, il primo meeting nazionale dei lavoratori italiani della rete. Imprenditori e professionisti che operano con le nuove tecnologie, ma anche artigiani e commercianti che approdano online per vendere all’estero e ampliare la loro impresa parteciperanno a laboratori, plenarie e barcamp. Il punto di incontro virtuale offerto dalla piattaforma, che aggrega oggi duemila lavoratori italiani della rete e racconta ogni giorno le loro storie, diventa “reale”. Durante i meeting verranno approfonditi tutti gli aspetti delle nuove professioni della rete e delle economie digitali. «I wwworkers, considerati ancora misteriosi innovatori, lavorano anche grazie alla rete nelle proprie aziende, nelle PMI italiane, nella Pubblica Amministrazione o nelle multinazionali. Essere wwworkers non implica necessariamente adottare un uso avanzato della rete. Spesso si tratta di artigiani o di persone che svolgono attività tradizionali e che grazie alla rete ampliano occasioni di business e incrementano il posizionamento e la visibilità, aiutando il made in Italy a farsi conoscere nel mondo», precisa Giampaolo Colletti, fondatore della community Wwworkers.it.

Tra i tanti relatori parteciperanno Massimiliano Magrini, di United Ventures, Nerio Alessandri di Technogym, Giorgia Abeltino direttamente da Google Italy e Francesco Sacco docente all’Università Bocconi. Di particolare rilevanza sarà la pinterview con Corrado Passera intervistato da Riccardo Luna, e la plenaria “Internet crea lavoro” con i rappresentanti delle associazioni di categoria che consegnerà alla politica una lista di 10 azioni proposte dai lavoratori della rete, un manifesto programmatico per far prendere atto al Governo della già esiste Italia che vive e lavora in rete. Potete trovare il programma completo qui.

Commenti Facebook
By | 2013-04-30T09:00:06+00:00 30/04/2013|Categories: Tecnologie|Tags: , , |0 Comments

About the Author:

Chiara Zanchetta
In testa un uragano di idee, in tasca due lauree in Comunicazione. Nella vita? Chi lo sa