I trenta libri da leggere prima dei 30 anni

Ognuno ha scritto almeno una volta nella propria vita una lista di libri che si ripromette di leggere entro il prossimo anno/i prossimi 10 anni/prima o poi. Vi sono anche esempi letterari di personaggi che avevano compilato simili liste, come la Emma di Jane Austen, con la sua, seppur mai portata a termine, lista di 101 letture. Al primo posto metteva Paradiso Perduto, il mattone di stile dantesco di John Milton. Tuttavia nè Milton nè la Austen compaiono nella lista stilata dall’Huffington Post, un elenco che si concentra sui 30 libri da leggere prima dei 30 anni.

Ci sono tanti ingegni quante teste, ci sono tanti generi d’amore quanti cuori – Anna Karenina.

Anna Karenina, di Lev Tolstoj.  Un classico, rientra praticamente in tutte le classifiche di libri consigliati. Non solo offre un ritratto di uno dei più grandi imperi al suo apice, ma c’è una lezione da imparare da ognuno dei personaggi, dagli errori di Anna e dalla perseveranza di Levin.
Dio di illusioni, di Donna Tartt. Perfetta per noi universitari, che potremmo rivederci nella tragedia di un gruppo di laureandi in lettere classiche.
Fiesta, il sole sorgerà ancora, di Ernest Hemingway. Il prossimo libro che regalerete al vostro amico festaiolo che alza sempre troppo il gomito.
I saggi di George Orwell. E’ più comune aver letto 1984 o La Fattoria degli Animali, ma nei saggi Orwell espone le stesse idee politiche che animano i suoi romanzi, in particolare sull’Imperialismo Britannico e sulla condizione delle colonie, che conosceva per esperienza diretta. Si parla invece delle scuola preparatoria al college nel saggio E tali, tali erano le gioie.

Ci son più cose in cielo e in terra, Orazio, che non sogni la tua filosofia. – Amleto

Amleto, di William Shakespeare. Perchè siamo tutti un po’ pazzi. I romantici possono optare invece per Romeo e Giulietta.
Una stanza tutta per sè, di Virginia Woolf. Per creare arte, o per studiare, può ribattere qualcuno, si ha bisogno di uno spazio che sia tutto nostro. Il libro parla anche del bisogno di indipendenza economica.
Siddhartha, di Hermann Hesse. Un libro per accompagnarci nella scoperta di noi stessi.
La critica della ragion pura, di Immanuel Kant. Buona fortuna.
Nemico, amico, amante…, di Alice Munro. Una raccolta di racconti che ci ricorda che le piccole vittorie quotidiane possono essere altrettanto dolci delle imprese epiche.
Il mondo infestato dai demoni, di Carl Sagan. Una difesa del metodo scientifico e del pensiero critico, utile per affrontare i problemi di bioetica che oggi spesso troviamo sulla nostra strada.
Infinite Jest, di David Foster Wallace. Per la serie, se riuscite a leggere questo, potete preparare esami da 30 crediti.
L’insostenibile leggerezza dell’essere, di Milan Kundera. Parla delle difficoltà da superare per raggiungere l’indipendenza e di relazioni che lasciano il segno, entrambi temi che sentiamo nostri a questa età.
La breve favolosa vita di Oscar Wao, di Junot Diaz. Una storia commovente sul potere dell’ottimismo.
Ritratto di Signora, di Henry James. La protagonista, Isabel, passa dall’essere una ragazza dalla mente aperta e indipendente, a una donna triste, imprigionata in un matrimonio infelice.
Conoscerete la nostra velocità, di Dave Eggers. Per i giovani idealisti.
The Dream of a Common Language, di Adrienne Rich. Si tratta di ulna collezione di poesie, mai tradotta in italiano, che ha ispirato generazioni di femministe americane. Secondo l’Huffington Post leggerlo aiuta a trovare l’ispirazione per imbarcarsi in grandi imprese.
Foglie d’erba, di Walt Whitman. Una raccolta di poesie considerata “la Bibbia democratica americana”.
Il nuovo sesso: Cowgirl, di Tom Robbins. Un romanzo che fornisce consigli utili, o mal che vada frasi ad effetto per far sfoggio della “propria” sagacia su facebook.
Piccoli contrattempi del vivere, di Grace Paley. Insegna a guardare i fatti per come stanno, con un po’ di salutare cinismo.
Le fantastiche avventure di Kavalier e Clay, di Michael Chabon. Quando i sogni dell’infanzia si scontrano con la dura realtà.
Verso Betlemme: scritti 1961-1968, di Joan Didion. Dei saggi critici che ci ricordano che i figli dei fiori sono molto di più che soggetti di costumi carnevaleschi e feste a tema.

Cerca la discussione e la disputa per il piacere che ti dànno; la tomba ti offrirà un sacco di tempo per tacere. – Cristopher Hitchens.

Consigli a un giovane ribelle, di Christopher Hitchens. Un invito ai giovani a ragionare con la propria testa e a staccarsi dalla massa.
Storia del popolo americano dal 1492 a oggi, di Howard Zinn. L’Huffington Post è un sito americano, noi italiani abbiamo molte pagine di storia tra cui poter scegliere.
Il taccuino d’oro, di Doris Lessing.
La camera di Giovanni, di James Baldwin. Un libro sull’omosessualità e le difficoltà del dichiararsi.
Canto di Salomone, di Toni Morrison. Una delle autrici preferite del presidente Obama.
Autobiografia di Malcom X. Abbiamo un ministro per l’integrazione, ma non viviamo ancora in un mondo di uguaglianza. La storia di questo attivista afroamericano è un’ispirazione su più fronti.
Paura, di Richard Wright. Un libro che insegna la compassione.
Ballando in America, di Lorrie Moore. Sulle gioie e i dolori dell’amore.
La persona ideale, come dovrebbe essere, di Sheila Heti. Amicizia e amore nell’era di Internet.

Non è una lista perfetta, ha quanto meno il limite di essere pensata per dei lettori americani, però ha il merito di proporre libri non sempre conosciuti e sicuramente è un buono spunto per il proprio elenco di libri da leggere prima dei trent’anni.

Commenti Facebook
By | 2017-02-12T16:30:26+00:00 01/10/2013|Categories: Cultura e spettacoli|Tags: , , , , , |0 Comments

About the Author: