Il backstage dei Bon Jovi aperto agli studenti

Partito nel Febbraio di quest’anno, il nuovo #Becausewecan Tour 2013 dei Bon jovi, ha già toccato e toccherà varie parti del mondo: Nord America, Asia, Europa, Africa, America latina. In Italia l’unica data sarà quella del 29 Giugno a Milano, stadio San Siro, dove la band statunitense ha già fatto staccare migliaia di prevendite; durante il live la band formata nel 1983 proporrà in esclusiva i nuovi brani del nuovo album “What about now”, uscito in primavera, non tralasciando i maggiori successi passati e vincitori di dischi di platino.

Il Front man Jon Bon Jovi.

I Bon jovi sono una da macchina da soldi, ed è infatti così se si pensa che, in  due degli ultimi tre anni, si sono portati a casa il titolo di tour mondiale con l’incasso lordo più grande; il quintetto del New Jersey quest’anno però ha rinunciato a più di qualche cachet ed anzi, gratuitamente, ha aperto il suo tour agli studenti facendoli partecipare attivamente alla produzione degli eventi.In ogni città toccata dal loro nuovo tour mondiale, i Bon Jovi, promotori con l’organizzazione Live Nation dell’iniziativa “Intern for a day”, danno la possibilità ad alcuni studenti universitari di lavorare nella loro crew, imparando il making of di un grande concerto. La sezione italiana del Live Nation ha riservato l’opportunità di lavorare a questo progetto ad otto studenti del Master In Comunicazione Musicale dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, corso universitario post laurea dedicato alla formazione di professionisti nel campo dell’industria e dei media musicali. L’ “Intern for a day” prevede la partecipazione degli otto studenti a tutte le fasi di allestimento del concerto, dalla produzione alla sicurezza, dal management al fan club, documentando le fasi preparatorie con un mini-documentario che verrà poi pubblicato sulla pagine web del Master.

Commenti Facebook

About the Author: